Effetto Maicon, schiera di giornalisti e fotografi per la rifinitura del Sona

Travolto dall’abbraccio mediatico per l’arrivo della stella brasiliana, il Sona ha effettuato ieri la rifinitura più insolita della sua storia. È l’effetto Maicon, basta il nome, poco importa se la carta d’identità dice 39 anni e l’impatto con la categoria è tutto da verificare. C’era una schiera di fotografi, inviati delle testate nazionali e tv ieri mattina al comunale di Lazise: tutti per vedere all’opera il campione brasiliano durante l’allenamento di rifinitura del Sona, atteso oggi alla sfida con il Fanfulla.

«L’idea di tornare in Italia c’era già. I miei figli mi chiedevano sempre di tornare. Poi è arrivata questa opportunità e dopo averne parlato con la famiglia ho subito accettato. Non c’entra la categoria. A qualsiasi livello le motivazioni e la voglia di fare bene sono sempre le stesse L’importante è avere voglia e quella ce l’ho. Adesso sta a me dare il mio contributo al Sona», ha ribadito l’ex difensore del Manchester City e della Roma prima di scomparire negli spogliatoi dove ad attenderlo ci sono i suoi nuovi compagni di squadra.

L’allenatore Marco Tommasoni è più giovane di Maicon e ha il pesante compito di gestire un idolo di milioni di tifosi: «Ho detto ai ragazzi di cogliere questa immensa e unica opportunità che hanno di cimentarsi fianco a fianco con un campione del calibro di Maicon – ha detto a bordo campo Tommasoni, come riporta oggi L’Arena -Molti di loro sono a inizio carriera e li ho invitati a rubargli anche il più piccolo segreto, prendere da lui stimoli e carattere per emergere nel professionismo visto che divideranno lo spogliatoi con un vincente del calcio mondiale. Mi auguro che questa grande attenzione e clamore attorno al Sona si trasformi in energia positiva per la gara con il Fanfulla. Non diventi una distrazione l’arrivo di Maicon ma uno stimolo. Tutti siamo chiamati ad alzare l’asticella perché ci troveremo di fronte avversari con motivazioni a mille. Il livello di concentrazione deve essere massimo nell’approccio alla partita». Gara che ovviamente non vedrà in campo Maicon che il Sona punta, una volta espletata la visita medica e messa a posto la documentazione per il tesseramento, di averlo a disposizione per la partita interna di domenica prossima contro lo Scanzorosciate.

L’arrivo di Maicon in aeroporto, guarda il video

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy