Gironi serie C, voci su una possibile divisione “verticale”. Ecco chi ha già rinunciato

Gironi serie C, come saranno? Queste sono le ultime ore per partecipare alla serie C: Lucchese, Siracusa, Arzachena e Albissola hanno già gettato la spugna, Foggia è a un passo dal baratro e anche Viterbese e Rieti sono in difficoltà. Questo il bollettino del 23 giugno, domani si avrà un quadro completo. Niente favoritismi quest’anno: «La documentazione depositata successivamente al termine perentorio del 24 giugno 2019, così come gli adempimenti effettuati dopo detto termine perentorio, non potranno essere presi in considerazione né dalla Co.Vi.So.C., né dal Consiglio federale», dice il regolamento.
Torna in serie C dunque la Virtus Verona (con il presidente-allenatore Gigi Fresco che ha già festeggiato pubblicamente il ritorno tra i professionisti) e il Bisceglie, ma nutrono speranze concrete anche Lanusei, il Modena allenato da Zironelli, Audace Cerignola, Pro Sesto. Se il “terremoto” comportasse più cadute del previsto, potrebbero rientrare anche Mantova, Taranto o Reggiana. Detto che prima di metà luglio, ogni ipotesi relativa alla composizione dei tre gironi di serie c da 20 squadre è prematura e destinata ad essere smentita, vanno registrate voci insistenti sul possibile raggruppamento verticale, con il Padova che potrebbe trovarsi formazioni del sud nel proprio girone. Non è neppure detto che la corazzata Monza (che nessuno vorrebbe affrontare) incroci i biancoscudati. Ovviamente la localizzazione delle squadre attualmente previste che non si iscriveranno, incrociata con quella delle formazioni che invece verranno ripescate, andrà a stravolgere parecchio gli equilibri. Questo comporterà parecchi spostamenti da un raggruppamento all’altro, soprattutto per le formazioni situate geograficamente “ai limiti” tra i vari gironi: dove finiranno, ad esempio, le squadre umbre, sarde e abruzzesi? Non resta che attendere ancora qualche settimana. Se rimarrà la divisione classifica invece, sarà un girone molto nordestino per il Padova, con ben 7 squadre del territorio.

>Tutto il caffè che vuoi, quando vuoi: entra nel negozio di Italian Coffee!

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy