Trapani, rischio fideiussione respinta? Ecco perchè il club siciliano può essere escluso dalla B

Prime mosse verso il ripescaggio per il Padova: Joseph Oughourlian si starebbe muovendo per gli 800 mila euro di garanzia

Controlli serratissimi sulle fideiussioni, che sono la colonna portante di una società di calcio che si appresta a chiedere la partecipazione a un campionato. Gli organismi di controllo (COVISOC), in accordo con le Leghe e la Figc hanno promesso tolleranza zero e così sarà in questi giorni: l’obiettivo è scongiurare a tutti i costi nuovi casi di società che saltano a stagione in corso, falsando i campionati. In quest’ottica va considerata assolutamente a rischio l’iscrizione alla serie B del Trapani. I siciliani hanno presentato una fideiussione (quella da 800 mila euro che serve per partecipare alla B) incompleta, ovvero priva di timbri ma solo con le firme. La fideiussione sarebbe stata emessa da Generali.

La scorsa estate, l’Avellino s’è visto escludere dal campionato di Serie B per una polizza priva di rating e quindi non conforme alle regole della Federazione. Lo stesso destino lo subirà il Palermo, che si era affidato ai bulgari della Lev Inc, i quali hanno addirittura smentito di avere rilasciato la fideiussione alla società siciliana minacciando di adire alle vie legali (poi i rosanero, si è visto, hanno anche il problema degli stipendi non pagati: pare che i nuovi proprietari alla fine non abbiano messo un euro bucato sul piatto…).

Tornando al Trapani: il club è passato da pochi giorni nelle mani della cordata di imprenditori rappresentata dal romano Giorgio Heller, ex numero uno di Spoleto credito e servizi, dichiarata fallita lo scorso dicembre dal Tribunale di Spoleto. Alle spalle di Heller c’è quel Fabio Petroni, ex patron del Pisa che nel 2016 stava fallendo a torneo in corso, già condannato in primo grado per bancarotta.
In questo quadro di grande incertezza, il Padova sta muovendo i primi passi verso il ripescaggio: sarebbe già pronta la domanda, mentre l’azionista di maggiornaza Joseph Oughourlian si starebbe muovendo in prima persona per ottenere la fideiussione di 800 mila euro. Da cerchiare con il rosso la data del 4 luglio: entro quel giorno Covisoc e Commissione criteri infrastrutturali comunicheranno a ogni società l’esito della verifica sulla documentazione presentata all’atto dell’iscrizione sia in B che in Lega Pro.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy