Finisce l’era Tesser a Pordenone: panchina a Domizzi della Primavera

di Redazione PadovaSport.TV

Attilio Tesser,  dopo settimane difficili per il focolaio che gli ha decimato il gruppo, ha fatto quello che poteva ieri contro il Brescia. Ha schierato una formazione compatta che ha contenuto gli avversari fino alle reti di Ndoj, riaprendo poi la gara con Musiolik, ma alla lunga ha dovuto alzare bandiera bianca e oggi il Pordenone deciderà il suo destino.

Destino segnato

Secondo il giornalista Alfredo Pedullà, il Pordenone avrebbe ormai deciso di esonerare Attilio Tesser (la squadra intanto sarà affidata a Domizzi, attualmente allenatore della Primavera). Sono in corso le ultime valutazioni, ma la decisione ormai è stata presa. Tutto questo malgrado la recente emergenza, un campionato vinto in C, il quarto posto al primo anno in B. E i playoff fissi nel girone di andata prima di mille contrarietà e prima della cessione di Diaw nella sessione invernale di mercato. Diaw che, va detto, al Monza non ha ancora segnato un gol…

Aggiornamento delle 9.50: Arriva il comunicato ufficiale del Pordenone. Il Pordenone Calcio comunica di aver sollevato Attilio Tesser dall’incarico di allenatore della Prima squadra. “La Società si deve prendere sempre le sue responsabilità: nei momenti positivi come in quelli negativi – ha dichiarato il presidente Mauro Lovisa. Dover cambiare allenatore è una sconfitta per tutti, in primis per la Società e chiaramente per me, ma siamo arrivati a questa scelta, certamente non facile, per dare una scossa forte dopo un periodo troppo lungo senza risultati. Ringraziamo e ringrazieremo sempre Attilio, per lo spessore umano e la professionalità dimostrata in ogni occasione. Insieme abbiamo fatto un percorso bellissimo, conquistato la storica promozione in Serie B e Tesser è stato importante nella nostra crescita. Da oggi guardiamo avanti: non esistono scusanti o alibi per nessuno”. Con Tesser sono stati sollevati dall’incarico anche l’allenatore in seconda Mark Strukelj e il preparatore dei portieri Leonardo Cortiula, a cui vanno i ringraziamenti della Società per la collaborazione di queste tre stagioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy