Perugia, il dg Comotto: “Non è giusto che una squadra fallita come la Samb sia l’ago della bilancia. Pronti premi-promozione”

di Redazione PadovaSport.TV

A Perugia sono giorni di attesa verso la delicatissima sfida di Salò, che potrebbe valere il ritorno immediato in B dopo un solo anno di Lega Pro. CalcioGrifo riporta le dichiarazioni del dg umbro Gianluca Comotto ai quotidiani locali: ‘Sappiamo che la Feralpisalò domenica giocherà al massimo ma le nostre motivazioni devono essere superiori. Da parte nostra il fatto di dover solo vincere è un vantaggio. Penso ad esempio a Padova, dove abbiamo fatto calcoli e ci è andata male. Siamo in ottima condizione, ma in questa partita l’aspetto mentale sarà più importante. Quanto alla condizione, è stata determinante per la rimonta e va fatto un plauso al lavoro di Caserta e dei ragazzi che non hanno mai mollato. Questo fa la differenza a tutti i livelli’.

Samb, ago della bilancia?

Un accenno al caso Sambenedettese (“Credo che a Padova i giocatori della Samb se la giocheranno al cento per cento, come hanno fatto finora. Resta il fatto che non è normale nè giusto che una squadra fallita da tre mesi diventi l’ago della bilancia di un campionato così importante”), poi il Dg ha rivelato l’esistenza di un premio-promozione. “La società lo ha istituito dopo la sconfitta di Gubbio. Ma la più grande gratificazione sarebbe quella morale, per chi è rimasto dall’anno scorso e ha trovato il riscatto e per quelli che sono arrivati. Ricordo che vincere a Perugia non è come farlo altrove, della mia squadra del 2014 tutti hanno fatto carriera…”.

Verso Padova-Sambenedettese, le parole di Ronaldo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy