Sci, Coppa del Mondo: Gardena e Badia “a porte chiuse”

di Redazione PadovaSport.TV

“Nonostante la pandemia, che sta mettendo molti ostacoli sul nostro cammino, ci auguriamo che la Coppa del Mondo 2020 sia ancora una volta un evento internazionale pieno di passione per lo sci”. È il commento di Rainer Senoner, presidente del Saslong Classic Club, davanti all’ufficialità che la coppa del mondo di sci – dalla Val Gardena all’Alta Badia, fino a Madonna di Campiglio – anche in regione sarà a porte chiuse. Gli organizzatori hanno in tutti i modi provato a scongiurare un simile scenario, salvo arrendersi al male minore: le gare si faranno, ma senza pubblico. Visti i tempi, me- glio che niente. Il Circo Bianco sbarca sulla Saslong in Valgardena il 18 dicembre per il supergigante; l’indomani si replica in discesa. Saranno garantite la «bolla» per la messa in sicurezza degli atleti, e ovviamente le dirette televisive: «Faccio i miei complimenti alla Val Gardena – ha commentato il presidente della Fisi Flavio Roda – e al suo presidente Senoner, per come è stata in grado di gestire l’emergenza e prendere le decisioni conseguenti. È chiaro che si tratta di una scelta difficile, che va anche ad incidere sul bilancio degli organizzatori, ma in questo momento non ci sono altre possibilità. È molto importante salvare le gare e permettere agli atleti di far proseguire il circuito di Coppa fino a fine stagione: perciò è indispensabile prendere tutte le precauzioni necessarie a tale scopo. Sono certo che mediaticamente saranno comunque un grande spettacolo da vivere e mi auguro che il pubblico premi ancora più del solito la tournée italiana di Cop- pa». Stesso discorso per gigante e slalom in programma sulla Gran Risa in Alta Badia il 20 e 21 dicembre, nonché per lo slalom notturno a Madonna di Campiglio del 22 e infine la discesa e il supergigante di Bormio sulla Stelvio, già battezzata “Casa Paris”. «Tutti gli organizzatori italiani stanno impegnandosi al massimo per garantire sicurezza e spettacolo al massimo livello» ha concluso Roda. «Questa coesione e questa solidarietà sono un motore essenziale per il Saslong Classic Club – conclude Senoner – dopotutto, è proprio per lo sport in generale e lo sci in particolare che stiamo lavorando assiduamente per arrivare pronti l’ultimo fine settimana prima di Natale in Val Gardena, quando sulla Saslong verranno eletti i vincitori del Super G e della discesa libera». Intanto a Solda, da lunedì si svolgeranno regolarmente le gare Fis e di Campionato italiano già programmate per le categorie Giovani e Senior. Naturalmente, a norma delle ultime direttive in materia di sicurezza sanitaria, sarà compito degli organizzatori provvedere a mettere in atto tutte le misure necessarie alla tutela della salute di atleti, tecnici e staff. (Dal Corriere dell’Alto Adige)

Rainer Senoner
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy