Südtirol, il ds Bravo: “Senza Padova e Perugia saremmo primi, loro hanno fatto più punti della media”

di Redazione PadovaSport.TV

Paolo Bravo, ds del Südtirol, ci crede ancora. Nonostante la sconfitta nello scontro diretto con il Perugia, in casa altoatesina si cerca di fare quadrato per questo sprint finale, anche se all’orizzonte diventa sempre più concreta l’ipotesi play-off. “La sconfitta non ci deve ridimensionare – dice il direttore, intervistato dal Corriere dell’Alto Adige – ma darci invece la consapevolezze di poter stare al pari con le grandi, da domenica vogliamo ricominciare la corsa perché vogliamo renderla dura a tutti, cerchiamo di stare attaccati guardando partita dopo partita ben sapendo che le sorprese possono esserci anche per gli altri».

Scontri diretti a sfavore

Nei quattro scontri diretti contro Padova e Perugia, l’Alto Adige ha raccolto solamente due pareggi, segno che ha qualcosa in meno, rispetto alle due corazzate. «Per vincere il campionato dobbiamo cercare di indovinare una super stagione e che gli altri più forti di noi sbaglino – continua Bravo – se invece Perugia e Padova fanno il loro vincono. Punti persi per strada? Qualcosa sicuramente anche se alla fine tutto torna. L’Alto Adige ha 62 punti, se non ci fossero Padova e Perugia saremmo primi: il livello di queste due squadre, nel complesso, è superiore a quello di chi ha vinto il campionato negli ultimi anni». Il limite sembra essere quello delle poche alternative in rosa. Con diverse pedine fuori, Vecchi è costretto a far giocare quasi sempre gli stessi: assenze come quelle di Fink, Beccaro, Marchi e Odogwu non rappresentano un elemento marginale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy