Virtus Verona, Gigi Fresco esulta e fissa i prossimi obiettivi: “Prima la salvezza, poi…”

di Redazione PadovaSport.TV

Altra vittoria prestigiosa per la Virtus Verona di Gigi Fresco, che dopo il Modena abbatte (sempre in trasferta) anche il Cesena. Non proprio due squadrette qualsiasi. «Ventinove punti dicono che l’obiettivo salvezza, ipotizzabile a 40-42, è più vicino – il primo ragionamento del tecnico virtussino nell’immediato post-gara al Manuzzi – c’è un girone da giocare: se arriveremo presto in zona tranquillità i play-off diventeranno un obiettivo». Non si nasconde, Fresco. Giusto così: il doppio successo esterno può cambiare il senso di una stagione. «Va elogiato il gruppo per come ha approcciato a due gare di questa difficoltà» prosegue, «ho una rosa profonda, di personalità, che useremo in un mese intenso come quello che sta per arrivare. Il terzo gol è frutto di una grandissima azione di Danieli e della zampata di Delcarro, due subentrati: è un segnale che siamo tutti sul pezzo». Subito in salita, la contesa del Manuzzi. La Virtus nella prima frazione ha sofferto. «Ci aspettavamo attaccassero a sinistra con Favale», analizza Fresco, «invece hanno alzato Ciofi, una mossa che ci ha un po’ sorpresi. Non riuscivamo ad accorciare bene nella fase di pressione». Poi la svolta tattica: baricentro basso, densità difensiva, ricerca immediata della verticalità. Cambio di marcia che ha riscritto il copione della partita. «Ho deciso di aspettare il Cesena più basso – svela Fresco – perchè non hanno grandi saltatori». Uomo del momento, dopo un periodo di ammollo forzato, l’ariete Rachid Arma, tornato al gol. «Grandissima prestazione» l’elogio di Fresco, «Arma è uno di quelli col maggior chilometraggio a fine gara. Un giocatore completo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy