Calciomercato serie B, fuochi d’artificio finali: dopo Diaw, il Pordenone potrebbe perdere anche Ciurria?

di Redazione PadovaSport.TV

Manca poco alla chiusura del mercato e, come ogni anno, si incendiano le trattative. Con operazioni che saltano o cambiano all’ultimo minuto, con buona pace per chi le racconta. Vedi Diaw diretto prima alla Spal e poi al Monza, o qualche giorno fa Biasci promesso al Perugia e poi finito al Padova.

La Cremonese ha presentato Jaime Baez. L’esterno 25enne del Cosenza, che ieri ha salutato tutti i suoi compagni per l’ultima volta da giocatore rossoblù. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, per convincere il presidente Guarascio a vendere uno dei suoi giocatori migliori la Cremonese paga  al Cosenza una cifra vicina ai 700mila Euro, con Baez che ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2024.

Il Pordenone, incassati subito 3,5 milioni per Diaw dal Monza, potrebbe ora cedere Ciurria, che piace al Brescia. Ma i neroverdi non vogliono impoverire la rosa e pensano a un attaccante di peso, come Pettinari, dopo aver sondato anche Iemmello. Anche la Spal, dopo aver perso Diaw, punta a un attaccante di peso: chiesto Forte al Venezia.

Il centrocampista Murgia intanto potrebbe passare dalla Spal al Frosinone. Il Pisa prende Mastinu dello Spezia, che piaceva anche alla Reggiana.

Infine il Chievo potrebbe vendere anche il fratello di Emanuel Vignato (già approdato al Bologna), Samuele. Classe 2004, di appena 16 anni, è al centro del triangolo di calciomercato che vede Juventus, Inter e Milan battagliare per assicurarsi le prestazioni del giovanissimo talento gialloblu

 

Baez, presentato alla Cremonese
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy