Il caso

Lapadula, il capocannoniere della serie B rimasto fuori rosa

Lapadula, il capocannoniere della serie B rimasto fuori rosa

Ha segnato 10 gol, ma il Benevento lo ha escluso. Lavoro per gli avvocati, ma per adesso rimane fermo

Redazione PadovaSport.TV

È ancora in cima alla classifica marcatori della serie B, ma non sta più giocando da settimane. Anche la seconda udienza dell’arbitrato tra il Benevento e Gianluca Lapadula è stata rinviata. Un nuovo appuntamento è stato fissato in Lega a Milano per lunedì 21, quando ci sarà la prova testi. Verranno messe a confronto le richieste delle parti, che sono arrivate allo scontro dopo che a gennaio (alla vigilia del recupero con il Monza) l’attaccante avrebbe detto alla società che non avrebbe più giocato nel Benevento chiedendo di essere ceduto, cosa che però non è avvenuta. Per questo il club chiede una riduzione dello stipendio oltre all’esclusione dagli allenamenti, mentre a sua volta Lapadula chiede di essere reintegrato oltre a un risarcimento dei danni. Nel frattempo a Benevento al mercato di gennaio sono arrivati altri due attaccanti (Farias e Forte), così per il capocannoniere del torneo (oltre che giocatore più pagato di tutta la categoria, con contratto a scadenza 2023), si sono chiuse tutte le porte. Come finirà?

Futuro in Sudamerica

Il classe 1990 è alla ricerca di una sistemazione all’estero dove il mercato è ancora aperto. Tra le principali soluzioni il Sud America e, in particolar modo, il Brasile. C'è anche una pista che porta in Argentina. Nei giorni scorsi si sono susseguite voci dall’Argentina, che però non trovano riscontro nei fatti. Lapadula è stato infatti accostato al River Plate da un noto giornalista di ESPN, che ha infiammato la piazza e scatenato i tifosi che hanno richiesto a gran voce sui social l’approdo del peruviano.

tutte le notizie di