Continuano gli scontri salvezza per le padovane

Nel trentunesimo turno, l’Este ospita il Montebelluna mentre il San Paolo giocherà  a Belluno.

di Redazione PadovaSport.TV

Continuano gli scontri salvezza per le padovane impegnate nel girone C di serie D e più si avvicina il termine della stagione, più i punti in palio acquistano valore in chiave classifica ma anche dal punto di vista psicologico, soprattutto dopo l’ultimo turno infrasettimanale disputato mercoledì.

Dopo aver spezzato la serie di sei sconfitte consecutive cogliendo un importante pareggio a Legnago, l’Este dovrà dare continuità alla sua risalita conquistando tre punti importantissimi contro una diretta concorrente quale il Montebelluna (arbitro Agrò di Terni). I trevigiani precedono infatti i giallorossi di due lunghezze e sono reduci dalla pesante scoppola casalinga (0-4) rimediata ad opera della Clodiense, che ha portato a 3 i ko nelle ultime 4 apparizioni.

I biancoblù di mister Lanzara si caratterizzano però per il rendimento quasi uguale in casa e in trasferta; in più, saranno sicuramente motivati nel portare a casa punti per non restare invischiati nella lotta playout. Morale migliore in casa atestina, col punticino guadagnato nella bassa veronese che dovrebbe infondere fiducia nell’undici euganeo, la cui salvezza passerà prevalentemente dal rendimento che Thomassen e compagni riusciranno a esprimere tra le mura amiche, un tempo inespugnabili e in questa stagione tallone d’achille degli atestini.

Riscatto ancora più obbligatorio ma missione ancora più difficile per il San Paolo Padova, ospite del Belluno (arbitro Loprete di Catanzaro). I gialloblù hanno perso due scontri diretti casalinghi importantissimi e – nell’attesa di recuperare il match di Quinto, riprogrammato per mercoledì 20 – occupano ancora il sestultimo posto, con le formazioni che li seguono che stanno però riguadagnando terreno in maniera vistosa.

Più tranquillo ma non ancora sicuro il Belluno, che staziona a quota 40 e che in casa ha un rendimento di tutto rispetto. «Dobbiamo guardare avanti con positività, perché la classifica ancora ci favorisce – ammonisce mister Fonti, che dovrà rinunciare allo squalificato Mazzeo – Ma nel contempo tirare fuori qualcosa in più. Mai come in questo momento nessuno ti regala nulla, tantomeno un Belluno in salute e che gioca un buon calcio. Di qui alla fine del torneo dovremo tirare fuori il meglio di noi stessi, soprattutto dal punto di vista mentale, per salvarci».

Le altre partite del trentunesimo turno: Virtus Vecomp-Legnago  1-0 (giocata oggi), Union Quinto-Sambonifacese, Kras Repen-Porto Tolle, Sanvitese-Trissino, Cerea-Sandonà, Tamai-Giorgione, Real Vicenza-Pordenone, Clodiense-Sacilese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy