Este anticipa la rincorsa, San Paolo per spegnere il fanalino

I giallorossi sono di scena oggi a Monrupino mentre i gialloblù ospiteranno domani il Quinto.

di Redazione PadovaSport.TV

Anticipo di campionato per l’Este che, complice il turno infrasettimanale in programma il giorno di Ognissanti, scenderà in campo 24 ore prima del consueto, ospite del Kras Repen (ore 15, arbitro Monterenzi di Brescia).

Entrambi reduci da una sconfitta e, in generale, da un periodo piuttosto opaco, triestini e padovani si contenderanno 3 punti fondamentali per cercare di risalire la graduatoria. Gli italo sloveni, guidati in panchina dall’ex juventino Sergej Alejnikov, vengono da 4 ko consecutivi e soffrono sia in fase realizzativa (solo 6 reti segnate) che in difesa (18 subite), pur potendo contare su alcuni elementi importanti quali l’ex Padova Grujic, il bomber Knezevic, l’ex di turno Stefano Pastrello e il difensore Visintin, neo acquisto dal Treviso, che fanno da chioccia ad un gruppo dall’età media piuttosto bassa.

Pur potendo contare sul doppio dei punti rispetto agli avversari (12 contro 6), l’Este giunge all’appuntamento con animo tutt’altro che sereno. Gli stop subiti ad opera di Real Vicenza, Porto Tolle e Sacilese hanno minato il morale dei giallorossi, che domenica sono incappati anche in una direzione arbitrale alquanto discutibile, che ha mietuto numerose “vittime” tra le file atestine. Il giudice sportivo ha infatti fermato per due turni Tessari e mister Zattarin e per uno capitan Aliberti.

In compenso, dovrebbe rientrare Thomassen, che giocherà con una mascherina protettiva per proteggere il setto nasale e potrebbero tornare disponibili anche Aliu e Turetta, mentre Zilio tornerà titolare tra i pali al posto di un Baldan apparso molto incerto contro la Sacilese.

Consueto impegno domenicale, invece, per il San Paolo che ospiterà il Quinto (ore 14.30, arbitro Loprete di Catanzaro). Anche i gialloblù vengono da una sconfitta a Cerea, ma a differenza dei cugini della bassa, in precedenza avevano infilato un filotto di 6 risultati utili consecutivi e, come ricordato in settimana sia da mister Fonti che dal ds Gementi, sono partiti ad inizio campionato con in testa la salvezza quale obiettivo prioritario.

L’avversario di turno pare comunque il più indicato per permettere ad Arcaba e compagni – privi dello squalificato Zanon ma che potrebbero riavere Pitteri e Gomiero – di riprendere la marcia vittoriosa. Dopo le gravi vicissitudine societarie che in estate ne avevano messo a rischio la sopravvivenza, i trevigiani sono riusciti ad allestire una squadra di giovanissimi, capace finora di raccogliere un solo punto, all’esordio in casa dell’Este.

Sottovalutare l’avversario sarebbe però il più grave errore che gli uomini di Fonti, attesi poi da altri 2 match abbordabili con Sanvitese e Belluno, potrebbero commettere. Il tecnico ha quindi chiesto massima attenzione ai suoi, proprio per evitare cali di tensione che potrebbero costare punti importanti a fine campionato.

Queste le altre partite del decimo turno nel girone C: Sambonifacese-Giorgione (oggi), Porto Tolle-Clodiense, Legnago-Sanvitese, Montebelluna-Real Vicenza, Pordenone-Belluno, Sacilese-Vecomp, San Donà-Tamai, Trissino-Cerea.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy