San Paolo ancora k.o. Alla Sanvitese basta Zambon

di Redazione PadovaSport.TV

SAN PAOLO PADOVA – SANVITESE  0 – 2

SAN PAOLO: Marcato, Pitteri, Porcino, Gomiero, Bolchi, Arcaba, Cavallini (41´ st Baccarin), Ursella (32´ st Masiero), Volpato, Mazzeo, Banzato (11´ st Franceschini). A disposizione: Vianello, Milani, Vezù, Pinheiro. Allenatore: Gianfranco Fonti.

SANVITESE: Peresson, Deana, Zuliani, Iovine, Giacomini, Cucciardi (28´ st Spaccaterra), Amadio, Sittaro, Atomei (45´ st Turri), Zambon, Julian Ahnetas (35´ st Jurgen Ahnetas). A disposizione: Cossu, Scadellaro, Pegoraro, Del Degan. Allenatore: Massimo Muzzin.

ARBITRO: Annaloro di Collegno.

RETI: nel pt 41´ Zambon; nel st 49´ Zambon.

NOTE: Espulso al 13´ st Mazzeo per doppia ammonizione. Ammoniti: Iovine, Gomiero, Amadio.

 

E’ buio pesto in casa San Paolo. I padovani anche oggi non riescono ad imporsi e cadono ai piedi di una Sanvitese in piena ripresa, in lotta per abbandonare i bassifondi della classifica. Nonostante giocasse in casa, il San Paolo non può più fare affidamento al fattore campo che ormai sembra inesistente: l’ultima vittoria al “Plebiscito” infatti risale al 4 Novembre scorso. Numeri alla mano, 7 punti nelle ultime 9 partite sono dati preoccupanti per una squadra che sta cercando di salvarsi. Ma quel che desta ancora più clamore è la condizione del terreno di gioco: Il “Plebiscito” infatti si sta dimostrando parte determinante delle disavventure della squadra padovana e dello spettacolo. Nella sconfitta di oggi però si possono rilevare ben due note positive: il ritorno in campo di Masiero, assente da mesi per l’infortunio al ginocchio, e i risultati delle inseguitrici, che permettono al San Paolo di respirare e di guardare alla prossima partita con meno pressione.

I padovani partono bene e in mezzora creano due nitide palle-gol: prima con Banzato che, a pochi passi dall’area piccola, calcia debolmente sulle braccia di Perosson, poi al 28’ con Volpato che, raccogliendo un cross da destra, colpisce male. Gli ospiti non ci stanno e al primo vero affondo fanno male: Zambon sfrutta un grave errore di Arcaba, salta Marcato e deposita in rete, a 4 minuti della fine del primo tempo.

Nel seconda frazione di gioco il copione cambia in negativo: dopo 12 minuti Mazzeo riceve il secondo cartellino giallo per simulazione e viene espulso. In inferiorità numerica, il San Paolo si rende pericoloso solo al 70’ con Porcino, che costringe Perasson a compiere un miracolo. Come se non bastasse, all’ultimo minuto, Zambon batte per la seconda volta Marcato, con un colpo di testa a fil di palo.

Cosi mister Fonti nel post-partita: “In questo periodo gli episodio ci girano contro. Non posso dire nulla ai ragazzi, il campo è veramente impraticabile. Non ci resta che continuare con impegno, rimanere compatti e di sostenerci. L’infermeria purtroppo fa la sua parte: anche se sono contento del ritorno di Masiero, vi ricordo che Zanon e Cortella sono out, mentre Milani non è al 100%. Faccio fatica a ricordare quando ho avuto tutti pienamente a disposizione.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy