Bottino pieno alla Kioene Arena, la squadra di Cuttini supera Cisterna

di Redazione PadovaSport.TV

Kioene Padova – Top Volley Cisterna 3-1
(25-18, 20-25, 25-16, 27-25)


Kioene Padova
: Stern 22, Vitelli 10, Shoji 4, Volpato 8, Bottolo 12, Wlodarczyk 9, Danani (L); Ferrato, Merlo, Milan, Casaro. Non entrati: Canella, Fusaro, Gottardo (L) . Coach: Jacopo Cuttini.
Top Volley Cisterna: Tillie 7, Seganov 2, Sabbi 19, Randazzo 8, Krick 9, Szwarc 12, Cavaccini (L); Cavuto 5, Rondoni, Sottile. Non entrati: Rossato, Rossi. Coach: Slobodan Kovac.
Arbitri: Simbari-Bassan.
Durata:  21’, 28’, 23’, 34’. Tot. 1.46
MVP:  Toncek Stern.
NOTE. Servizio: Padova errori 17, ace 12; Cisterna errori 25, ace 5. Muro: Padova 9, Cisterna 10. Ricezione: Padova 48% (25% prf), Cisterna 37% (19% prf). Attacco: Padova 57%, Cisterna 59%.

 

Seconda giornata di ritorno che premia la Kioene Padova e mette a referto la terza vittoria bianconera negli scontri diretti tra le due compagini in questa stagione. Raggiunti e superati i primi 100 punti in SuperLega per Mattia Bottolo autore di 12 punti, secondo solo al Toncek Stern, MVP con a referto 22 punti in questo importante match per la classifica. Una maggiore efficienza al servizio della Kioene e la freddezza dei bianconeri nei momenti decisivi hanno fatto la differenza.
LA CRONACA. Nel primo set ace di Krick per l’1-3 ospite. Il parziale prosegue a suon di ace con la doppietta di Volpato per il 6 pari. Stern da una parte e Sabbi dall’altra trascinano le due formazioni e con la battuta punto di Vitelli, che  vale il +3 Kioene (19-16), Kovac ferma il gioco. Altro ace del centrale patavino e la Kioene scappa, 21-16. Cisterna prova a mettere in difficoltà la squadra di casa con l’ingresso di Cavuto al servizio ma nulla di fatto (23-17), mani out per il 25-18 di Volpato.
Al rientro in campo è la Top Volley a partire in quarta segnando l’1-4. Wlodarczyk porta Padova sul 7-8 e il muro di Vitelli mette a referto la parità. Nuovo tentativo laziale di portarsi avanti e l’attacco di Randazzo vale il 10-14. Il video check richiesto dalla panchina bianconera porta la Kioene sul 16-17: è in campo l’attacco di Stern. Sul 20-22 Ferrato entra in regia e Merlo al servizio. L’ace di Randazzo vale il primo set point per Cisterna, chiude Krick sul 20-25.
La potenza di Stern al servizio è incontenibile per Cavaccini, l’ace Kioene è quello del 3-5. Di nuovo protagonista l’opposto Kioene per il punto del 10-6 e il contestuale time out Top Volley. Inarrestabile Vitelli in battuta, la Kioene Padova procede spedita sul 13-8. Sottile entra in posto 3 per dare nuova visione al gioco in campo ospite. Ace di Shoji per il 22-13 bianconero e Cavuto subentrato a Randazzo e subito servito mette a segno il 22-14. La pipe di Wlodarczyk vale il set point, annullato da sabbi (24-16). Mattia Bottolo mette il punto al terzo set 25-16.
Perfetto equilibrio nei primi scambi del quarto parziale. Break Kioene Padova sul 13-10 con protagonisti Bottolo e Stern, ferma il gioco Kovac. Nelle fasi centrali del set Cisterna prova ad avvicinarsi, 18-16, con il fallo a rete della Kioene, il muro di Sabbi nell’azione successiva vale il -1 ospite. Milan chiamato all’ingresso per Wlodarczyk che chiede il cambio. L’ace di Szwarc è quello del 22-21, Cuttini decide di parlarci su. Annullato 2 match point Kioene, si va ai vantaggi. L’ace di Shoji vale il 27-25 e la vittoria da 3 punti per la Kioene Padova.


LUNEDI’ ARRIVA PERUGIA
. Prossimo appuntamento alla Kioene Arena alle ore 19.00 di lunedì 14 dicembre per la sfida Kioene Padova – Sir Safety Conad Perugia valida per la 3° giornata di ritorno di SuperLega. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su Eleven Sports.

Santiago Danani (Kioene Padova): “Questa vittoria è da stimolo per le prossime gare. Era importante non solo fare 3 punti ma vincere contro un avversario diretto come Cisterna. Stasera abbiamo dato tutto e dobbiamo esserne fieri.”
Giulio Sabbi (Top Volley Cisterna): “In questa gara non ci abbiamo creduto, la differenza la fanno pochi palloni e a parte la brutta partenza di primo e terzo set non ci sono altre spiegazioni. Padova non regala niente e noi alla prima difficoltà ci sciogliamo come neve al sole.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy