pallavolo padova

Giappone-Padova, che feeling

Oggi allenamento congiunto tra Pallavolo Padova e nazionale giapponese

Redazione PadovaSport.TV

È iniziata da Padova l'avventura italiana della nazionale giapponese. Il team nipponico preparerà infatti in città il Mondiale che parte il 24 settembre e si concluderà a Roma il 10 ottobre. Ieri è iniziata la sei giorni padovana sia dal punto di vista tecnico, con due sessioni svolte al PalaFabris, sia da quello delle relazioni, con una delegazione della nazionale ricevuto dall'assessore allo sport Umberto Zampieri a palazzo Moroni. Yu Koshikawa, giocatore del Giappone e della Pallavolo Padova, il ct Tatsuya Ueta e il media manager Keitaro Watanabe hanno ricevuto il benvenuto, oltre che dall'amministrazione, anche dal presidente della Pallavolo Padova, Fabio Cremonese, e dal presidente della Fipav regionale Adriano Bilato.«È un grande onore ospitare la nazionale giapponese, anche in virtù dell'amicizia tra la città e questo Paese» ha detto Zampieri, consegnando medaglione e stemma cittadini. «Per noi questa esperienza è molto importante - ha spiegato Cremonese - Perchè ci permette di vivere uno sport senza frontiere, stringendo legami con altre realtà che ci arricchisce reciprocamente». Bilato ha anche sottolineato l'occasione per tutto il movimento: «Osservare da vicino i giocatori giapponesi e imparare a conoscere il loro modo di intendere la pallavolo e il loro modo di comportarsi è una grande occasione di crescita per i nostri tecnici». Un invito a seguire le sedute di allenamento della nazionale del Sol levante, che continueranno oggi pomeriggio dalle 14 alle 16, dopo una sessione di pesi al mattino. Domani allenamento a Varese con la nazionale australiana, che restituirà la visita lunedì 20, dalle 16. Sessioni di tecnica anche nelle mattinate di domenica, lunedì e martedì, giorno della partenza per Milano, dalle 10.«Sei mesi fa, quando sono stato a Padova, ho trovato un'ospitalità splendida - ha detto Ueta - Una città attrezzata dal punto di vista tecnico e turistico. Spero fra due anni, prima di Giochi olimpici di Londra, di poter portare la nazionale qui per un camp anche con la nazionale italiana. Il Giappone è già pronto a sobbarcarsi le spese per farlo». Un'affermazione che conferma l'ottimo rapporto nato tra la pallavolo della città del Santo e la federazione giapponese sulla scia della presenza padovana di Koshikawa. Sul piano tecnico l'ambizione è quella di ottenere un risultato di prestigio. «Nel 2006, in casa - continua Ueta - siamo arrivati ottavi, ora speriamo di poter migliorare questo risultato». Oltre ai 25 membri della delegazione e ai cinque giornalisti al seguito, a Milano, sede del girone con azzurri e giapponesi, sono attesi circa 2 mila tifosi nipponici. Un seguito per il volley che si riflette anche a Padova, con il 70 per cento degli accessi al canale youtube della società in arrivo proprio dal Giappone. La sfida tra la nazionale di Anastasi e quella di Ueta caratterizzerà, sabato 25 settembre, la prima giornata del Mondiale.

Oggi è arrivata anche la conferma dell'allenamento congiunto tra Padova e nazionale giapponese. Una grande opportunità per la formazione bianconera. Il coach Paolo Montagnani si augurava fortemente di potersi allenare con la Nazionale del Giappone ospite a Padova. E così sarà: oggi al PalaFabris dalle 14.00 alle 16.00 la Pallavolo Padova svolgerà la preparazione insieme agli uomini di coach Tatsuya Ueta in una seduta di allenamento congiunto.La Pallavolo Padova riabbraccia quindi il suo Yu Koshikawa che – per questa occasione – indosserà una maglia diversa da quella bianconera: quella della Nazionale giapponese.