Carpi-Padova, niente esperimenti per Pochesci: serve un punto per la salvezza matematica

di Redazione PadovaSport.TV

Domenica Carpi-Padova è un appuntamento da non sbagliare. Il Carpi ha la salvezza virtualmente in tasca, a +6 sul Legnago (zona playout). In caso di arrivo a pari, il doppio confronto dice 0-0 e 0-0, quindi si guarderebbe la differenza reti, al momento favorevole ai veronesi. Un altro punto metterebbe gli emiliani al sicuro. Contro il Padova domenica non si dovrebbero rivedere in campo gli esperimenti dell’allenatore Pochesci, visto che non si sono rivelati fruttuosi a Salò. Il 3-3-1-3, sul quale l’allenatore romano scrisse anche un libro qualche anno fa,  è andato incontro alla sconfitta più pesante della sua (duplice) gestione. Nel 6-0 di Padova all’andata, infatti, in panchina c’era Luciano Foschi, poi esonerato.

Tanti ex in campo in Carpi-Padova

Otto gli ex del Carpi, attualmente al Padova, che saranno presenti fra campo e tribuna domenica al Cabassi. C’è il direttore sportivo Sean Sogliano e l’attaccante Tommaso Biasci, colpo del mercato di gennaio. Poi Saber Hraiech, Enej Jelenic, acquistati nel mercato estivo dal Padova, Anton Kresic, Alfredo Bifulco, Karamoko Cissé e Simone Della Latta.

Leggi anche > Pillon arbitro del campionato: “Dopo averle incontrate tutte e tre, dico…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy