Nel caos

Catania, lo schiaffo dell’allenatore Baldini e la risposta della società: stipendi pagati a metà

Catania, lo schiaffo dell’allenatore Baldini e la risposta della società: stipendi pagati a metà

In sala stampa il tecnico aveva rilasciato dichiarazioni al vetriolo, dalla Sigi è arrivato il pagamento del 50% degli stipendi

Redazione PadovaSport.TV

A Catania qualcuno inizia a ribellarsi. Le dichiarazioni del post gara, rilasciate dall'allenatore Baldini, hanno sortito l’effetto di uno schiaffo assestato in pieno volto alla società, rea di non remare dalla stessa parte. «Qui c’è gente che gioca senza aver percepito uno solo stipendio – le parole salienti del tecnico–e c’è chi si specchia in tv e sui giornali senza aiutarci. La società, fatto qualche distinguo, non rema dalla nostra stessa parte». Società che, forse punta nell'orgoglio, ha provveduto a pagare metà stipendi.

Le parole di Nicolosi

Ieri la Sigi – società che detiene l’intero pacchetto delle azioni del club – ha racimolato il denaro per pagare una delle due mensilità, rispettando dunque per metà la scadenza federale. Domani sarà corrisposto, assicurano i soci, l’altro stipendio. Il club, che teme penalizzazioni per il primo ritardo, adesso rischia concretamente di subire un secondo provvedimento, un altro -2. In serata il socio di maggioranza, Gaetano Nicolosi, ha ribadito a Telecolor durante la trasmissione Corner: «Faccio quello che posso, ma non posso illudere i tifosi. Ho sempre contribuito alle spese del club, magari lo facciano anche altri. Da tempo io e Palma, altro socio sempre presente, facciamo fronte alle scadenze, spero che lo facciano anche altri”. E ancora: “Avremmo potuto affittare il Village, ma tutta l’operazione è stata rinviata, abbiamo subìto un pignoramento su una somma che ci era stata accreditata dalla Lega. Ecco i perché del ritardo dei pagamenti che saranno comunque onorati entro una decina di giorni». Si vedrà.

tutte le notizie di