Eccellenza, il Pozzonovo si rialza e torna alla vittoria

Eccellenza, il Pozzonovo si rialza e torna alla vittoria

di Gianmarco Zandonà

POZZONOVO-GODIGESE 1-0

Non è stato un inizio facile per la squadra di mister Sabbadin, in coda in un’Eccellenza che lo scorso anno ha visto i biancazzurri protagonisti in assoluto. Dopo una serie di sei sconfitte di fila l’incubo finisce con la vittoria sulla Godigese: basta una rete a rompere il ghiaccio e a spezzare la maledizione.
Tre punti importantissimi per il Pozzonovo, che abbandona quota 0 e aggancia a 3 punti i bianconeri dell’Arcella: uno squillo di tromba fondamentale, soprattutto sul piano psicologico, che restituisce fiducia ed entusiasmo in vista dei prossimi impegni.
Dopo un primo tempo molto combattuto, in cui l’unico brivido è legato ad una capocciata di Riccardo Degan neutralizzata dal portiere ospite, il Pozzonovo sblocca il risultato in avvio di ripresa: scambio da applausi lungo l’out di destra tra Massimiliano Gallo e Josè Orlando Pasetto, assist a pelo d’erba del regista argentino e zampata decisiva di Andrea Birolo.
L’ex attaccante della Piovese è un fiume in piena e in pochi minuti manca il raddoppio in due occasioni: prima è un prodigioso salvataggio in scivolata di un difensore trevigiano a negargli la conclusione a botta sicura, poi il suo morbido pallonetto a scavalcare l’uscita del portiere scheggia la parte alta della traversa e si spegne beffardamente sul fondo.
La Godigese ha un sussulto con una pennellata su calcio di punizione, che però trova l’ottima opposizione di un attento Marco Pavanello.
Il risultato non cambia più, c’è il ritorno alla vittoria che può dare una spinta in questo avvio di stagione amaro . Ecco le parole di mister Sabbadin:

“Siamo molto felici, sia per la vittoria sia per il modo in cui l’abbiamo ottenuta. Il risultato è frutto di una prova positiva e brillante, in cui la squadra ha cercato sin da subito di giocare e di scacciare la paura. La dedica è tutta per i nostri due presidenti, Giancarlo Zanchi e Alberto Tresoldi, e per l’intera famiglia Pozzonovo: in un momento così difficile di delusione collettiva, ci hanno sempre fatto lavorare tranquilli e senza metterci addosso alcuna pressione. Io e i ragazzi abbiamo davvero sentito la fiducia della società, giorno dopo giorno, e questo ci ha fatto enormemente piacere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy