Gravina sull’apertura graduale: “Idea giusta, ma mille spettatori sono calcio senza anima”

di Redazione PadovaSport.TV

Calcio senz’anima?

“C’è un’esigenza generale del Paese di tornare alla normalità. Questo vuol dire di riprendere la cadenza della nostra vita in ogni settore, ovviamente nel rispetto delle regole dettate dal Governo. Credo sia necessario vivere le nostre emozioni e passioni. L’idea graduale è giusta ma 1000 spettatori sono davvero pochi”. Così Gabriele Gravina a Radio Anch’Io Sport sui temi caldi del calcio nostrano. In modo particolare il numero uno della Federcalcio ha parlato della riapertura degli stadi al pubblico. “Credo comunque sia importante avviare questo ritorno del pubblico anche per la Serie B, C e dilettanti. Il calcio senza spettatori sembra un corpo senza anima”, ha detto Gravina. E ancora: “Cerchiamo di superare tutti insieme queste preoccupazioni. Se le aperture della scuole saranno positive, mi auguro si possa fare qualcosa di importante anche per i tifosi. Come bisogna procedere per la riapertura? L’esperimento dei 1000 spettatori penso sia abbastanza evidente. Si è testato anche in estate l’ingresso di 1000 spettatori. Credo che la gradualità deve essere una cosa proporzionale. Sempre col rispetto delle regole, soprattutto della distanza sociale”. Ma nubi nere si addensano sul calcio dilettanti > LEGGI QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy