Serie B

Il Pordenone saluta la serie B: la sconfitta di oggi sancisce la retrocessione

Il Pordenone saluta la serie B: la sconfitta di oggi sancisce la retrocessione

I Ramarri tornano in serie C dopo tre anni, fatale la sconfitta a Lignano con il Benevento

Redazione PadovaSport.TV

Undici punti di distacco col Cosenza quartultimo quando mancano tre partite sono troppi e così il Pordenone diventa la prima retrocessa di questa stagione. Dal primo minuto il Benevento è un martello, vince 4-1 e scavalca il Monza al terzo posto, anche se i brianzoli devono sempre giocare. Una doppietta di Moncini in meno di venti minuti facilita tutto. Prima un colpo di testa su assist di Farias, poi controlla di tacco in area e lascia andare una stoccata col destro. Tello sfiora il 3-0, mentre al 32’ si vede pure il Pordenone con Cambiaghi. Il primo tempo si chiude con la punizione alta di Petriccione. Al 67’ il 3-0 è un colpo di biliardo (a giro) di Farias, che poi segna anche il poker. Finché Gavazzi all’86’ non mette dentro la marcatura dell’orgoglio.

Pordenone in C, era solo questione di tempo

La retrocessione in Serie C era soltanto questione di tempo. Il Pordenone è riuscito a mettere a referto, da inizio campionato, soltanto tre vittorie in cadetteria, segno della grande difficoltà patita da inizio anno dalla formazione friulana. Diciassette i punti fin qui incassati dai neroverdi che hanno messo insieme, appunto, tre vittorie, otto pareggi e ben ventiquattro sconfitte in trentacinque partite di campionato. Un dato fortemente negativo che diventa drammatico nella differenza reti: i Ramarri hanno siglato la pochezza di 24 reti subendone, addirittura, 62. Uno score altamente insufficiente che ha determinato la retrocessione del club.

tutte le notizie di