Meglio tardi che mai, adesso non si scherza più: in B e C criteri più severi per iscriversi, ecco chi rischia

Meglio tardi che mai, adesso non si scherza più: in B e C criteri più severi per iscriversi, ecco chi rischia

di Redazione PadovaSport.TV

I paletti più restrittivi fissati per il 2019-20 dalla Figc rendono in salita, non solo per il Palermo, l’iscrizione ai prossimi tornei di B e C. In cima alla lista c’è la Lucchese, che si è salvata in C dopo una stagione piena di difficoltà e due playout (con Cuneo e Bisceglie): a Lucca, dove di fatto non esiste una proprietà con possibilità finanziarie, il trio Ceniccola-Castelli-Ottaviani sta trattando la cessione con un imprenditore, Joseph Ferrando, le cui potenzialità economiche però sono ancora da verificare. Come scritto ieri, l’Arzachena è in vendita e, se non ci sarà un acquirente a breve, non dovrebbe iscriversi alla C; sulla questione è intervenuto il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, che è tornato a chiedere la defiscalizzazione e la necessità «di convincere la A e B a ragionare di sistema, distribuire risorse per un progetto condiviso». In difficoltà potrebbe esserci anche il Foggia, mentre il Carpi di Bonacini cerca acquirenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy