Niente Premier? Gli hoolingans all’assalto dei campi minori: in 5000 per un match di serie D

Niente Premier? Gli hoolingans all’assalto dei campi minori: in 5000 per un match di serie D

di Redazione PadovaSport.TV

Ferme la quattro leghe professionistiche inglesi, è stato il sabato di gloria della National League, la serie D di queste parti. Il match dei match, il più importante in questo strano week end che ha depresso milioni di tifosi (“non è vita senza calcio”), è andato in scena in uno stadio simbolo, il Meadow Lane, fortino del Notts County, il club più antico del mondo con i suoi 158 anni. La capacità dell’impianto è di 19.841 spettatori. Stavolta, per seguire la gara contro l’Eastleigh, si sono presentati in 4.942: il dato maggiore della National League, che ha totalizzato, in sei sfide, 13.766 paganti. Sei potenziali focolai di Coronavirus, se consideriamo che le cifre cominciano a galoppare anche in Gran Bretagna e il picco della pandemia è annunciato a metà aprile. A Nottingham è finita 4-0 per il Notts, terzo, in zona playoff e lanciato verso la risalita in League Two, dopo la retrocessione del 4 maggio 2019, in cui per la prima volta le “gazze” sprofondarono tra i dilettanti. Il Coronavirus non ha spaventato neppure i tifosi dell’Halifax, 2.154 per vedere lo 0-1 con l’Ebbsfleet, mentre in Sutton United-Hartlepool, 1-1, il cassiere ha festeggiato il secondo incasso dell’anno: 2.126 presenze. Scene incredibili anche a Newcastle, per il match di National League North S.Shields-FC United: centinaia di persone in fila agli ingressi, ammassati e senza protezioni. (Da La Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy