Il progetto

Padova, frenata sul nuovo centro sportivo dall’amministrazione comunale

Giordani con l'assessore Bonavina

Il sindaco Giordani e l'assessore Bonavina non concedono per ora l'utilizzo pluriennale dei terreni su cui dovrà sorgere Padovanello. È l'ultimo step prima di cominciare i lavori

Redazione PadovaSport.TV

L'ambizioso progetto del nuovo centro sportivo del Calcio Padova, già denominato Padovanello, ha i numeri per "stare in piedi" e, sulla carta, è pronto per diventare realtà. Sulla carta, appunto, perché manca un dettaglio fondamentale. Ovvero la concessione in comodato d'uso dei terreni da parte dell'amministrazione comunale. Senza terreni, non si fa nulla. E l'incomprensibile "muro" alzato dall'amministrazione comunale non va certo nella direzione della tanto conclamata (dal sindaco Giordani e dall'assessore Bonavina) collaborazione tra Comune e Calcio Padova. Anzi, va proprio in direzione contraria.

Centro con vocazione sportiva

Strano, perchè su altri centri sportivi gli enti pubblici sono intervenuti anche economicamente (vedi Trieste con il 10% dell'intera somma, per rimanere nel nordest). A Padova invece si chiede solo un aiuto a livello di concessione, nessun euro sborsato dall'amministrazione. Si tratta oltretutto di un centro con totale vocazione sportiva che riqualificherebbe l'intera zona di Padova Ovest, un'opera di partenariato pubblico-privato che rimarrebbe in dote alla città di Padova. Il Calcio Padova chiede la concessione per 90 anni prevista dalla legge, decisiva per il ritorno sui costi. Il Comune ha fatto capire che non vuole dare la concessione oltre i 50 anni. Uno stallo che certo non aiuta nella ricerca di investitori e partner, che sono fondamentali per la buona riuscita del progetto. Il dialogo è ancora in corso, ma di fatto rimane sul tavolo solo l'aspetto dei terreni. E, da quanto ci risulta, Oughourlian non è proprio contentissimo di questo "trattamento". Una cosa è certa, Padovanello senza la concessione dei terreni non si farà. Nelle prossime settimane vi proporremo altri aggiornamenti sul tema.

 

 

 

 

tutte le notizie di