A rischio

Reggina, arrestato dalla GdF il presidente Gallo: club a forte rischio

I reati ipotizzati sono autoriciclaggio e omesso versamento dell'Iva. Il club inoltre ha una situazione debitoria molto pesante

Redazione PadovaSport.TV

Non solo i milioni di debiti che gravano sul bilancio della Reggina, stamattina è arrivato da parte della Guardia di Finanza anche l'arresto del presidente Luca Gallo, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Roma. I reati ipotizzati nei confronti dell'imprenditore - che oltre ad essere presidente del club che milita in Serie B opera nel settore dei servizi di sostegno alle imprese per la gestione e la fornitura del personale - sono autoriciclaggio e omesso versamento dell'Iva. I militari del nucleo di polizia economico finanziaria della GdF hanno eseguendo una serie di perquisizioni e sequestri.

La Reggina, come già scritto su queste pagine, è a forte rischio di crac finanziario: non dovesse iscriversi a luglio, la serie B ripescherebbe la squadra sconfitta al play-out (domani c'è l'ultima giornata che definirà la classifica finale).

tutte le notizie di