Sambenedettese, adesso è ufficiale: la società è fallita (ma giocherà i playoff)

di Redazione PadovaSport.TV

Finalmente la giudice Calagna ha deciso per il fallimento, ha deciso di affidare l’esercizio provvisorio fino al termine del campionato ad un terzo curatore (oltre a Zazzetta e Pulcini) fallimentare che ha indicato nella persona dell’avvocato Francesco Voltattorni, penalista di San Benedetto del Tronto. Il timore che il proseguo nei play off poteva complicare l’esito di un’eventuale asta è stato scongiurato. La squadra invece scenderà regolarmente in campo (leggi qui tutti gli abbinamenti dei playoff 2020/21).

Meno di un anno di Serafino

È durata meno un anno la gestione di Serafino in capo alla Samb. Ieri il Tribunale di Ascoli Piceno ha decretato il fallimento della società, che aveva presentato una richiesta di concordato preventivo per provare a ristrutturare una massa debitoria milionaria creatasi in soli dieci mesi di presidenza per il produttore musicale di origini calabresi (insediatosi a giugno 2020). I giudici hanno nominato tre curatori fallimentari, che ora dovranno occuparsi dell’esercizio provvisorio dell’inventario dei beni in vista dell’asta in cui dovrà essere assegnato il titolo sportivo. I tempi, però, dovranno essere rapidi per permettere alla nuova proprietà di iscrivere alla prossima C entro il 10 giugno. Intanto la squadra di Montero, 9a al termine della stagione regolare, debutterà nei playoff contro il Matelica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy