Serie C, un girone sarà monco: 59 squadre al via. Il Padova potrebbe evitare il Monza

Serie C, un girone sarà monco: 59 squadre al via. Il Padova potrebbe evitare il Monza

di Redazione PadovaSport.TV

La serie C rischia seriamente di partire zoppa: ad oggi sono infatti solo 59, e non 60, le squadre che hanno ottenuto il “via libera” per la partecipazione al prossimo campionato, dopo le ratifiche relative a riammissioni e ripescaggi emesse dal Consiglio Federale di ieri pomeriggio.

UN GIRONE MONCO? Pare dunque assai probabile che uno dei tre gironi di serie C conterà una squadra in meno, 19 anziché 20. Per colmare la lacuna, infatti, si dovrebbero concretizzare ipotesi poco realistiche: un club di serie A dovrebbe allestire e iscrivere in fretta e furia una formazione Under 23, come ha fatto la Juve (ma nessuna società vuole imbarcarsi in un’avventura del genere senza una seria programmazione allespalle); altrimenti si dovrebbero porre condizioni economiche più favorevoli per invogliare ad un ripensamento chi avrebbe avuto diritto di chiedere il ripescaggio ma ha preferito defilarsi, come il Mantova. Tuttavia è chiaro che questa opzione sarebbe ingiusta nei confronti di Modena e Reggio Audace, che invece hanno già versato i 300 mila euro previsti. A meno che il ricorso preannunciato dal Cerignola non trovi qualche appiglio fondato.

INCOGNITA GIRONI. A questo punto l’attesa è volta al 25 luglio, quando è già stata fissata nel salone d’onore del Coni a Roma la presentazione ufficiale dei calendari dei campionati, in partenza il 25 agosto. Quali saranno i gironi? Voci sempre più insistenti (ma senza conferme ufficiali) vorrebbero confermato il criterio di suddivisione geografico dello scorso anno, ma con alcuni spostamenti: in particolare il Monza potrebbe finire nel girone A, anziché nel B con il Padova. Una variazione, se confermata, non di pco conto.

PLAY-OFF, CAMBIA FORMULA? Mediante una nota ufficiale della Lega Pro, il presidente della Lega medesima, Francesco Ghirelli, precisa quanto segue: “In relazione alla notizia apparsa su alcuni organi d’informazione secondo cui si sarebbe proceduto alla modifica delle modalità di svolgimento dei playoff e playout di Lega Pro, preme evidenziare che la nostra Lega non ha alcuna intenzione di modificare un format rivelatosi assolutamente vincente, appassionante e che lo rende incerto fino all’ultima giornata. Come ogni stagione, subito dopo la definizione degli organici, viene inviata alla Federazione la proposta di regolamentazione dei playoff e playout che viene poi pubblicata attraverso un comunicato ufficiale dalla FIGC. Anche questa stagione verrà seguito il medesimo iter. Come già detto non ci sarebbe alcuna ragione per cambiare uno spettacolo che solo lo scorso campionato ci ha regalato tanta qualità e più di 300.000 spettatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy