La rivale

Südtirol, Bravo: “Non meritavamo di perdere, mi aspetto di più dagli attaccanti”

Südtirol, Bravo: “Non meritavamo di perdere, mi aspetto di più dagli attaccanti”

Gli altoatesini fanno i conti con il primo stop in campionato. E domani scenderanno in campo per il secondo atto della semifinale di Coppa Italia

Redazione PadovaSport.TV

"Non abbiamo meritato di perdere, certo da parte nostra non è stata una partita brillantissima, qualche altra volta, per esempio contro il Renate ci è andata bene, domenica ci è andata male. L’assenza di Casiraghi? Non si è fatta particolarmente sentire, però abbiamo bisogno in generale di un maggiore apporto dagli attaccanti". Così il ds del Südtirol Paolo Bravo, intervistato dal Corriere dell'Alto Adige. La sconfitta non crea allarmi particolari, ma le scorie del primo k.o. sono ancora tutte da verificare: "Questa per noi è una cosa a cui non eravamo abituati e con cui ci dovremo confrontare - continua il ds - certo la squadra le difficoltà le ha sempre affrontate con grande serenità ed energia e speriamo che sia così anche questa volta".

Contratti e Coppa Italia

Il grande campionato disputato fin qui dalla squadra di Javorcic, ha convinto la società a guardare al futuro con il rinnovo di alcuni contratti in scadenza. Tra questi ci sono il portiere Poluzzi, Fabbri, Gatto e Beccaro. Le trattative sono iniziate. Intanto si pensa alla semifinale di ritorno di Coppa Italia, che dovrebbe essere una formalità per l'accesso alla finale con il Padova. I biancorossi hanno un piede e mezzo in finale, dopo il successo 4-0 in terra pugliese. In campo ci sarà ampio turnover (potrebbe scendere in campo dal primo minuto, anche il Primavera Heinz), per poter far respirare i titolari. A Piacenza Javorcic ha portato in panchina Vinetot e Malomo che hanno superato i rispettivi guai fisici, domani l’unico assente sarà Davi (risentimento muscolare), si spera a disposizione contro il Mantova.

 

tutte le notizie di