Südtirol, l’ad Pfeifer alza la voce: “Il nostro percorso non deve essere ostacolato dalle molte sviste arbitrali”

di Redazione PadovaSport.TV

A nove partite dalla conclusione della regular season, il Südtirol deve fare i conti con un distacco dalla capolista (Padova) sempre più marcato. Rimane al secondo posto, ma il gap dai biancoscudati, che hanno vinto il big match di domenica contro il Perugia, sale a cinque punti. Con Modena e Perugia a seguire Tait e compagni a tre lunghezze, anche se gli umbri devono recuperare due gare, la prima delle quali oggi a Cesena. L’ultimo passo falso lascia l’amaro in bocca, quel pari al 90′ del Mantova ha creato molti malumori. Ma se l’allenatore Stefano Vecchi ha sportivamente ammesso che il rigore era netto, l’ad del club biancorosso Dietmar Pfeifer viaggia su altre frequenze.

Sulle pagine del Corriere dell’Alto Adige ha sbottato così: “Partiamo dal presupposto che siamo una società seria che si comporta correttamente in tutte le sedi. Abbiamo un progetto ambizioso ed economicamente dispendioso. Commettiamo anche noi degli errori, e ne paghiamo le conseguenze, ma il nostro percorso non deve essere ostacolato dalle molte sviste arbitrali che in questo campionato ci stanno fortemente penalizzando. Chi ci conosce sa che non è nostra abitudine esprimerci sulle direzioni di gara o cercare alibi, ma arrivati a questo punto diventa inevitabile rimarcare questo aspetto: vogliamo semplicemente equità di trattamento e maggior attenzione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy