Serie C

Südtirol, l’ad Pfeifer: “Stupiti del focolaio, abbiamo misure rigide. Sarà un girone di ritorno molto intenso”

Südtirol, l’ad Pfeifer: “Stupiti del focolaio, abbiamo misure rigide. Sarà un girone di ritorno molto intenso”

Fissate già le date dei recuperi per la squadra di Javorcic

Redazione PadovaSport.TV

Sono già note le date di recupero delle partite del Südtirol cancellate per via del focolaio di Covid: Fidelis Andria - Südtirol, semifinale d’andata di Coppa Italia andrà in scena mercoledì 12 gennaio alle 16; Südtirol - Triestina si giocherà mercoledì 26 gennaio alle ore 18 mentre Virtus Vecomp - Südtirol, prima giornata di ritorno, andrà in scena mercoledì 2 febbraio alle ore 18. Senza dimenticare che in tutto questo i biancorossi nei primi due mesi dell’anno nuovo, giocheranno altre due volte in infrasettimanale e cioè il 19 gennaio il ritorno di Coppa contro la Fidelis Andria, mentre il 16 febbraio c’è il turno di campionato in trasferta contro la Giana.

Le parole dell'AD

"Alla fine è inutile piangersi addosso - osserva l'ad Dietmar Pfeifer, intervistato dal Corriere dell'Alto Adige - nell’arco di un campionato possono succedere tante cose, è chiaro che sarebbe stato meglio riuscire a giocare queste partite. A questo punto ci aspettano un sacco di settimane difficili nel girone di ritorno, ma è inutile pensarci adesso, dobbiamo pensare anzitutto a recuperare i ragazzi positivi, ma anche quelli negativi, che perdono giorni di allenamento. Non ha senso pensare per tutto il girone di ritorno a questa situazione, ai recuperi e alla stanchezza, siamo attrezzati a livello di staff tecnico ma anche medico e come squadra, per poter stare ad alti livelli. Abbiamo misure rigide - afferma Pfeifer - e per questo ci siamo stupiti del focolaio: comunque vorremmo già organizzare per chi è negativo la terza dose, chi è positivo sarà abbastanza coperto per i prossimi mesi, proseguendo con i nostri protocolli, concentrandoci poi solo sul calcio". Tanti positivi in casa Südtirol, mentre i calciatori del Padova, avversari dei biancorossi domenica scorsa, sono risultati tutti negativi: "Una nota positiva il fatto di non aver contagiato nessun altro - conclude il dirigente altoatesino - perché avrebbe dato ancora più fastidio sapere di aver danneggiato altri: quando abbiamo saputo la notizia abbiamo tirato in sospiro di sollievo".

tutte le notizie di