Super Novara, umiliato lo Spezia. Ancora 0-6 per Bovo e Schiavi

di Redazione PadovaSport.TV

Se play-off non sono ancora, è perché il Novara, nella prima fase di campionato ha zoppicato come non mai. Ora, però, vincendo, anzi stravincendo, ma no, meglio dire umiliando, al Picco uno Spezia davvero imbarazzante e inanellando l’ottavo raccolto pieno nelle ultime dieci gare, il team plasmato nella creta da mister Aglietti, non si può più nascondere. Lo Spezia è il solito Spezia, con i consueti errori in difesa e con Guarna a metterci del suo. Dopo il gol segnato da Fernandes sottoporta, infatti, l’estremo difensore arrivato dall’Ascoli nel mercato di gennaio, non trattiene una palla centrale sulla conclusione dalla lunga distanza di Lepiller e regala lo 0-2. Così si chiude il primo tempo, con i liguri che non riescono a costruire un’azione degna di tal nome, anche per l’assenza di Porcari (convalescente dall’influenza ed utilizzato solo nella ripresa) e con Di Gennaro fuori per scelta tecnica. Nella ripresa tutti ad attendere la riscossa dello Spezia, come era già capitato nella precedente gara casalinga contro l’Ascoli (da 0-3 a 4-3), ma il Novara non ci sta a recitare la stessa parte: dopo l’unica fiammata degli spezzini con il palo di Pichlmann servito da Bovo, prima va in gol Seferovic con una staffilata sul primo palo al 14’, poi quattro minuti dopo è Gonzales a piazzare il poker all’incrocio dei pali. E non finisce qui, perché lo 0-5 lo segna Pesce con una carezza con il suo destro a scavalcare Guarna in uscita e poi Lazzari infila il portiere spezzino, reo dell’ennesima gaffe, per lo 0-6 finale al 39’. Sugli spalti del Picco i tifosi sono inferociti e ce l’hanno soprattutto con il direttore sportivo Vitale arrivato lo scorso mese in Liguria. In effetti, è davvero un risultato incredibile, difficile da digerire. E il Novara straripa di gioia.

Per gli ex biancoscudati Schiavi e Bovo un amaro scherzo del destino: ancora uno 0-6 casalingo, dopo quello subito l’anno scorso con la maglia del Padova (contro il Pescara di Zeman).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy