Trapani, la Covisoc accetta la domanda di iscrizione ma i giocatori presentano la messa in mora

Trapani, la Covisoc accetta la domanda di iscrizione ma i giocatori presentano la messa in mora

di Redazione PadovaSport.TV

Il Trapani potrà partecipare al prossimo campionato di serie C. Accolta con esito positivo dalla Covisoc la domanda di iscrizione. Il club granata può dare il via alla stagione sportiva, con quali prospettive e con quali risorse però è tutto da chiarire. Secondo Repubblica.it, infatti, i calciatori granata avevano messo in mora la società prima dell’ultima gara di campionato.
Entro lo scorso 31 agosto, il Trapani avrebbe dovuto pagare a tutti i tesserati la mensilità di giugno. Escluso Pettinari, che, essendo uomo mercato consentirà un incasso rilevante, il club granata sembra non aver pagato la suddetta mensilità. Insomma, potrebbe essere concreto il rischio di perdere la proprietà degli altri calciatori sotto contratto per morosità, anche se l’elenco preciso dei non pagati si conoscerà nelle prossime ore.

Secondo quanto riporta trapanigranata.it, i calciatori, invece, hanno presentato due messe in mora al club: una per la mensilità di aprile, l’altra di giugno. Quella relativa ai pagamenti di aprile è stata presentata a metà luglio, con  il termine di pagamento che sarebbe, quindi, scaduto prima della vertenza presentata dal Trapani ai propri giocatori. Un provvedimento, quest’ultimo, che ha consentito al Trapani di presentare la documentazione per l’iscrizione pur non avendo adempiuto al pagamento di quanto previsto. A decidere sul pagamento degli stipendi di aprile sarà, quindi, un arbitrato, presumibilmente entro la fine del mese, con i calciatori sotto contratto, e non pagati, che potrebbero liberarsi a zero, ottenendo lo svincolo.

Serie B, ecco le squadre che punteranno su giocatori dalle categorie inferiori (sul modello Cittadella)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy