I tifosi ci scrivono. C’è chi stasera tifa Bari

di Redazione PadovaSport.TV

L’angolo dei vostri messaggi (scriveteci sulla pagina facebook o a info@padovasport.tv)

Mauro: Egregio direttore, le scrivo dopo aver letto le dichiarazioni di Baraldi di oggi inerenti la coerenza. Credo che Baraldi e Salvatori, soprattutto, non abbiano ben chiaro il significato letterale della parola altrimenti non capisco l’esonero di Pea o il continuo cambio di moduli o l’epurazione di Piccioni o di Anania e non vado oltre. Ma perché due signori con un così modesto pedigree vengono a darci lezioni di moralitá, etica e coerenza? Perché ci vogliamo cosí tanto male da censurare come boutade la definizione fantozziana di questa dirigenza data non dai media, ma da uno deo loro datori di lavoro. Basta Cestaro, ma non vede che questi signori sono solo dei parvenue a caccia di lauti stipendi? Ed un conto é darli al signor Foschi, criticabile ma certamente competente, un conto a questi!  Sono vere le voci di un interessamento al Padova da parte di un gruppo di imprenditori extra regione, si sono giá incontrati, ahimé, con Baraldi all’aereo porto di Venezia un pó di tempo fa e hanno proseguito la chiacchierata. Stia certo direttore,non si tratta di bufala.

Gianni: Come fa Baraldi a parlare di coerenza quando   all’arrivo di Pea da lui fortemente caldeggiato, ha affermato che mai e poi mai sarebbe stato cacciato. Abbiamo visto poi come si è conclusa, senza nessuna possibilità di cambiare idea, l’avventura a Padova del mister. Questa è COERENZA?

Piergiorgio: Gent.le Direttore,

questa mattina sono rimasto molto stupito delle dichiarazioni di Braghin, riportate sul vostro sito, in marito alla partita di Sabato.

In particolare sono rimasto sconcertato per la frase: “Abbiamo visto la partita che hanno perso contro il Vicenza. Avevamo visto che giocavano molto stretti e avrebbero avuto delle difficoltà se fossimo ripartiti in contropiede”. Non mi disturba il fatto che un allenatore abbia preparato la partita guardando una partita precedente (Padova – Vicenza), lo fanno tutti. Mi ha stupito il fatto che questo allenatore, neanche tanto famoso, abbia colto quelli che sono stati i difetti del Padova con il Vicenza e li abbia utilizzati per preparare la partita vinta all’Euganeo. Allora mi domando: “Se un allenatore poco conosciuto come Braghin, riesce a vedere i punti deboli del Padova e ad utilizzarli per vincere, con una squadretta come la Pro Vercelli (non me ne vogliano i tifosi della Pro, ma i numeri lo confermano…), perché il nostro grande allenatore Colomba non ha rivisto la partita di Vicenza e non ha corretto questi punti deboli così evidenti?”. Dalle ultime partire in casa è evidente che il Padova, giocando in quel modo, non riesce ad essere pericoloso. Non ci sono nitide occasioni da gol, non ci sono azioni corali, ma solo tentativi di penetrare le difese avversarie ben disposte. Noi invece, alla prima azione avversaria pericolosa, incassiamo il gol, e non riusciamo più a rimontare la partita. E’ incredibile come l’attacco del Padova (ma non dipende solo dalle punte) sia così poco pungente. I giocolieri (Farias e Cutolo) servono ben poco di fronte a difese arroccate. Una volta fatto il gol, questi avversari sanno come difendersi.

Il nostro caro allenatore non mi sembra che abbia le idee molto chiare sul come fare fruttare le individualità che il Padova ha… E’ assurdo che gli altri arrivino qui, dopo averci studiati per bene, e riescano a vincere le partite 1 a 0.

Grazie per l’attenzione

Mirco: Caro Stefano, complimenti intanto per la professionalità, competenza, simpatia con cui parli di argomenti calcistici…. A Padova ci vorrebbero molti più giornalisti come te, altro che certi fenomeni e mi fermo…. Volevo solo dirvi che leggendo su internet ho scovato molti gufi… Il Bari questa sera avrà qualche tifoso in più! Per quanto non sia un grande simpatizzante della triade Baraldi-Salvatori-Colomba, io non arrivo a tanto e rilancio un potente FORZA PADOVA!!!

Alessio: Lo dico senza problemi: stasera forza Bari. E via dai c*** Colomba, Baraldi e Salvatori. Il Padova non è un giocattolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy