Il Padova non brilla, ma splende della luce riflessa di Drame!

di Redazione PadovaSport.TV

PADOVA     1

REGGINA     0

PADOVA: Pelizzoli, Donati, Legati, Schiavi, Renzetti, Bovo (19’pt Cuffa), Milanetto, Marcolini (40’st Osuji), Drame, Ruopolo (20’st Cacia), Cutolo.

A disp.: Perin, Portin, Trevisan, Italiano.

All.: Dal Canto

REGGINA: Kovacsik, Cosenza, Emerson, Marino, Colombo (10’st Adejo), De Rose, Castiglia, Missiroli (16’st Barillà), Rizzato, Bonazzoli, Campagnacci (29’st Ceravolo)

A disp.: Marino, Rizzo, Bombagi, Sy.

All.: Breda

Arbitro: Baracani di Firenze

Ammoniti: Drame, Adejo, Emerson

Espulsi: Bonazzoli per proteste

Marcatori: 11’pt Drame

Note: al 9’pt Cutolo sbaglia un rigore

9034 gli spettatori

Inizia con i cori degli ultras contro l’Osservatorio la prima sfida casalinga dei biancoscudati.

Poi fase di studio tra Padova e Reggina fino al 7′ quando il portiere Kovacsik commette un’ingenuità da dilettante! Ha la palla in mano, la appoggia a terra e poi la riprende in mano. Una leggerezza imperdonabile. Baracani assegna la punizione dal limite per il Padova. Milanetto batte e un avversario la ferma con la mano: rigore per il Padova! Cutolo però dal dischetto la spara altissima in curva!

Un giro d’orologio e Cutolo si fa perdonare servendo un pallone d’oro a Marcolini che appoggia per “Bon bon” Drame: il giovane talento si accentra, sgancia un siluro che un difensore reggino devia in rete! Primo gol in maglia biancoscudata per il franco-maliano che strappa applausi a tutto l’Euganeo.

Al 19′ infortunio muscolare per Bovo e Dal Canto è costretto a richiamarlo in panchina. Al suo posto Cuffa.

Fino al ventesimo solo Padova, poi a sprazzi la Reggina inizia a far ricordare di essere presente e va vicina al pareggio con Bonazzoli.

Al 28′ ci riprova la Reggina con MIssiroli che calcia di un soffio sopra la traversa.

Al 36′ punizione di Marcolini che cerca Ruopolo sul secondo palo: l’attaccante ci arriva ma non riesce ad appoggiare in rete.

Padova sovrano della prima frazione di gioco non concede quasi nulla ai calabresi.

Nessun cambio nella ripresa, Reggina rinvigorita, Padova subito in attacco. Dubbi falli in area prima su Renzetti, poi anche su Drame. Ma è la squadra di Breda a cercare insistentemente la porta con Bonazzoli e Castiglia, anche se il Padova riesce sempre a fare buona guardia, aiutato anche da un pizzico di fortuna. Al 12′ risponono i biancoscudati con un tiro di Cutolo (su assist di Cuffa) che lambisce la traversa.

Al 18′ un boato risuona all’Euganeo: è il pubblico entusiasta vedendo Cacia levarsi la pettorina e guadagnare la linea dell’ingresso in campo. E’ il momento del nuovo numero 10 biancoscudato, che rileva Ruopolo, autore di una prestazione senza dubbio positiva.

Verso fine gara il ritmo cala, ma non la voglia di segnare di ambedue le squadre. 

Al 40′ Dal Canto inserisce forze fresche: tocca a Osuji e in panchina viene richiamato un ottimo Marcolini (uno dei migliori in campo). La Reggina ci prova fino al 95′ (quando Bonazzoli rimedia un rosso per proteste), ma questa era la serata del Padova.

Finisce 1-0. Per i biancoscudati in casa è buona la prima.

Il Padova vince, ma non convince troppo. Si soffre ancora tanto, ma c’è tutto il tempo per correggere i difetti di una squadra costruita per trionfare. Intanto una nuova stella brilla all’Euganeo: è Ousmane Drame, autore del gol decisivo e protagonista indiscusso della partita. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy