in tv

Cittadella, Benedetti: “Con Gorini ventata di entusiasmo. Covid? Dopo un anno non sento gli odori”

Cittadella, Benedetti: “Con Gorini ventata di entusiasmo. Covid? Dopo un anno non sento gli odori” - immagine 1

Il veterano della squadra ha parlato del suo passato ad attaccante, degli strascichi del virus e del campionato attuale

Redazione PadovaSport.TV

Amedeo Benedetti è l'unico reduce in squadra dell'ultima promozione in B del Cittadella, presidia la fascia sinistra dei granata dal 2015 e anche con Gorini è un punto fermo in squadra. Ospite della nostra trasmissione Solo per la maglia, il terzino ha parlato a tutto tondo della sua carriera, partendo dagli inizi: "Quando ero nella Primavera del Chievo giocavo attaccante e segnavo anche tanti gol, poi l'intuizione dell'allora allenatore Nicolato che mi spostò sulla fascia mancina in difesa". In questi anni di Cittadella sono arrivate anche offerte da altre squadre ma Benedetti ha le idee chiare: "Ho preferito rimanere qui, e credo di aver fatto la scelta giusta. Sono in scadenza a giugno, con opzione di rinnovo a favore della società vedremo a fine stagione". Sul cambio di allenatore: "Penso che Venturato ha lasciato per mancanza di nuovi stimoli dopo due finali playoff, l'ho sentito al telefono quando ha deciso di lasciare. Gorini? A livello tattico non è cambiato niente, ma ha portato una ventata di entusiasmo e spensieratezza in spogliatoio. Siamo lì in alto e ce la giocheremo fino alla fine". Infine chiosa sul Covid, con i granata che devono far fronte al momento ai cinque calciatori positivi in rosa: "L'ho preso un anno fa e ancora oggi non sento minimamente gli odori, per un calciatore è molto debilitante, ci vuole tempo per tornare in rosa. In questo periodo il calcio deve conviverci".

 

 

 

tutte le notizie di