il caso

Cittadella, il neo acquisto Visentin (insieme ad altri due calciatori) a processo

Cittadella, il neo acquisto Visentin (insieme ad altri due calciatori) a processo

Il difensore coinvolto in una vicenda relativa all'agosto 2020 che riguarderebbe un presunto stupro di gruppo. No comment dal club granata

Redazione PadovaSport.TV

Una brutta tegola sul Cittadella, che deve fare i conti con pesanti accuse ai danni di un suo tesserato, relative a un presunto stupro di gruppo. I fatti sarebbero successi a Ferragosto due anni fa in una villa a Visome di Belluno, è coinvolto anche il neo acquisto Santiago Visentin insieme ad altri due calciatori dilettanti. Sul banco degli imputati è stato chiamato anche Federico De Min, 24enne di Belluno, terzino sinistro dell’Eclisse Carenipievigina, la squadra di Pieve di Soligo (Treviso) che gioca in Eccellenza. In passato aveva giocato con Alto Vicentino, Union Ripa, Varesina, Colorno. Imputato è anche Matteo Verdicchio, 23enne di Belluno, centrocampista in terza categoria per la bellunese Nogarè.

Visentin, insieme ai due amici calciatori, come riportano diversi organi di stampa, avrebbe abusato di una ragazza che si era riparata in una camera per riposarsi. Raggiunta, l'avrebbero costretta a subire ripetuti atti sessuali. I tre ora sono stati rinviati a giudizio dal tribunale di Belluno con l'accusa si violenza sessuale di gruppo. In caso di condanna rischiano una pena da 8 a 14 anni di reclusione. No comment per il momento dalla società granata: al Gazzettino il direttore generale del Cittadella Stefano Marchetti avrebbe detto di non sapere nulla di questa vicenda.

tutte le notizie di