Cittadella, lo sfogo di Marchetti contro l’arbitro diventa virale: “Piccoli sono quelli che non pagano, non noi”

Cittadella, lo sfogo di Marchetti contro l’arbitro diventa virale: “Piccoli sono quelli che non pagano, non noi”

di Redazione PadovaSport.TV

“Rovinare le partite così… sono stanco, non ho più voglia né energie per continuare a dire le stesse cose. Dovete dirlo voi, voi! Voglio vedere il voto all’arbitro, ma tanto poi finisce tutto a tarallucci e vino”. Lo sfogo di Stefano Marchetti, raccolto dai nostri microfoni sabato pomeriggio, ha fatto il giro dell’Italia calcistica, ricevendo applausi e critiche (soprattutto sulle pagine dedicate al Benevento). Di fronte a torti arbitrali (o presunti tali), il commento di Stefano Marchetti di solito non passa inosservato, l’ennesima incavolatura, dopo il match perso al Tombolato contro la capolista Benevento, parte da un episodio in particolare della partita. Ovvero la seconda ammonizione di Adorni a inizio secondo tempo, con conseguente espulsione. La leggerezza con cui viene sventolato il rosso al difensore, con un tempo intero ancora da giocare, ha fatto inviperire il dirigente del Citta. “È difficile per i giocatori tornare ad allenarsi dopo una partita persa in questo modo, per loro è devastante. E finiamola di considerare il Cittadella una società piccola. Le società piccole sono quelle che non pagano, non il Cittadella. Non sei grande quando hai tanti abitanti, ma quando sei corretto, rispettoso e senza debiti. Questa è un grande società!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy