PDSPORT FLASH | Cittadella, Marchetti: “Siamo senza super-star, come un’orchestra dove tutti sono fondamentali. Contratti? Il caso Livorno dice che…”

PDSPORT FLASH | Cittadella, Marchetti: “Siamo senza super-star, come un’orchestra dove tutti sono fondamentali. Contratti? Il caso Livorno dice che…”

di Redazione PadovaSport.TV

Nella puntata di oggi di PdSport Flash si parla della terza vittoria di fila del Cittadella e del tema molto caldo della proroga dei contratti oltre il 30 giugno. Ospite nei nostri studi il dg granata Stefano Marchetti.

“Eravamo curiosi di capire come potevamo riprendere – ha detto Marchetti – è stata una cosa incredibile, mai immaginata. Una pausa lunghissima, dieci giorni fa non avevo proprio idea di cosa avrei rivisto in campo… e invece i ragazzi sono stati bravissimi a rispettare tutto il programma fatto dal prof. (Redigolo, ndr) e presentarsi com’erano prima. Pisa in questo momento è la trasferta più complicata, sarà dura perché la squadra è davvero in forma. Ma volendo ambire a certi traguardi… questi sono ostacoli da superare. È ora di pensare in grande? Secondo me per fare gli sboroni bisogna aspettare che la classifica te lo permetta… all’inizio c’è sempre il dubbio, soprattutto cambiando tanto. Quindi sono sempre convinto a inizio stagione quando dico che puntiamo alla salvezza. Adesso invece faremo il massimo per quel secondo posto, ma è lunga ancora. Noi non abbiamo la super-star che risolve le partite, siamo come un’orchestra che suona seguendo il direttore che è Venturato”. Sui tifosi: “Immaginatevi la prossima partita in casa contro il Crotone… senza i nostri tifosi sarà tutta un’altra cosa. Mi ero abituato ad avere il tifo, ora che non c’è ne sento fortemente la mancanza… L’augurio è che torni al più presto la gente allo stadio, altrimenti il calcio non ha senso”.
Sul calciomercato, che sarebbe dovuto iniziare oggi: “Vorrei che nessuno ne parlasse oggi, perché distrarsi dall’obiettivo sarebbe uno degli errori più grossi. Dobbiamo incanalare tutte le energie sulle partite. Ai procuratori dico che oggi non ne parlo. Nel nostro caso abbiamo solo Iori in scadenza e Ventola in prestito dal Pescara. Con tutti abbiamo trovato senza problemi l’accordo per la proroga, anche perchè i giocatori sono sempre stati pagati in questi mesi. Le regole le fa chi magari non fa calcio, basta vedere il Livorno che manderà via molti giocatori. Con noi ha giocato con la rosa al completo, con altre nostre avversarie non sarà così perchè manderanno a scadenza 18 giocatori. La stagione sportiva 19/20 è di 40 partite, il Livorno doveva giocare tutte le partite con quella rosa… Mi pare un po’ falsato così”. Sul sogno serie A: “Difficile dire se abbiamo un po’ di maturità in più rispetto all’anno scorso, dobbiamo vivere le partite una alla volta, solo così possiamo dare il 100%. Poi quel che sarà lo prenderemo, mi basterebbe non dover recriminare su nulla e non avere rimpianti, come l’anno scorso quando nella finale a Verona tante cose non le ho capite”.

In collaborazione con Italian Coffee | Zanutta | Antenore Energia | Alì

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. amaranto5_995 - 3 mesi fa

    Bello… a Livorno hai vinto perchè i giocatori non amano la nostra maglia…vedi tutto il campionato…e ora che siamo in serie C che bisogno c’è di continuare a pagare giocatori che non giocano e che andranno via comunque? Perchè voi siete la in alto, al nostro posto avreste fatto uguale…è facile parlare col senno di poi!! Altra cosa: compratevi lo stadio che fate pena!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. smrtph_7785331 - 2 mesi fa

      Bel principio. Immagina se tutte le squadre che non hanno più nulla da chiedere ai loro campionati, a 3-4 giornate dal termine mettessero in aspettativa tutti i titolari….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy