tutto cittadella

Nocentini: “Non dobbiamo avere paura del Siena”

Errori descritti con la gorgia. Gianluca Nocentini, toscano di Figline Valdarno (Firenze), analizza la gara contro il Novara, persa domenica 0-2, pensando a come porvi rimedio per la prossima, di partita. Nella sua terra. Quella di sabato contro...

Redazione PadovaSport.TV

Errori descritti con la gorgia. Gianluca Nocentini, toscano di Figline Valdarno (Firenze), analizza la gara contro il Novara, persa domenica 0-2, pensando a come porvi rimedio per la prossima, di partita. Nella sua terra. Quella di sabato contro un Siena a 5 punti in classifica. «Con il Novara – spiega il difensore arrivato a gennaio scorso dal Taranto - abbiamo commesso due errori, proprio sui gol. Dietro abbiamo fatto quelle sbavature che ci sono costate care, però. Certo, anche il rigore sbagliato ha pesato. Ma se avessimo sfruttato al meglio l’ottimo primo tempo, avremmo portato a casa almeno un punto. Mi vengono in mente almeno tre palle gol limpide, tra le quali il colpo di testa di Piovaccari alto di poco». In Toscana sarà dura. «Sì, ma siamo sicuri dei nostri mezzi - prosegue - e non abbiamo paura. Sappiamo che affrontiamo un avversario tosto e di qualità, ma noi possiamo fare bene sempre. E potrebbe esserci il primo sorpasso della stagione (il Citta ha a 3 punti, ndr)».Via Pesoli, via anche Cherubin. Gianluca ha sulle spalle il peso della difesa. Ma questa responsabilità non sembra preoccuparlo. «No, perché so che posso permettermi questo peso. Siamo in 4 difensori centrali (oltre a lui, anche Scardina, Gasparetto e Gorini, ndr). Con Gorini già ci conosciamo, conosciamo il mister e vice versa. Con gli altri due stiamo prendendo sempre più confidenza. Insomma, anche quest’anno possiamo fare bene. Abbiamo perso elementi importanti dall’anno scorso. Ma il gruppo, forte, c’è ancora. E lo faremo vedere».Scardina, ancora stop. L’ex Chievo non ha ancora risolto il problema muscolare che lo sta tenendo fermo ormai da un mese. Anche ieri, durante la doppia seduta al Tombolato, il difensore ha lavorato a parte. La squadra invece ha svolto la preparazione in mattinata alternando la palestra al campo, mentre nel pomeriggio, dopo una copiosa pioggia caduta su Cittadella, i granata si sono allenati con il pallone. Tutti a disposizione, agli ordini dello staff tecnico, compresi Gasparetto e proprio Nocentini: entrambi hanno assorbito infatti i piccolo malanni del dopo gara con i piemontesi.