Coppa

Catanzaro-Padova, Vasic in regia con Ronaldo squalificato. Calabresi rinnovati

Catanzaro-Padova, Vasic in regia con Ronaldo squalificato. Calabresi rinnovati

Già tre acquisti ufficiali, altri due (tra cui Biasci) seguiranno a breve. Sounas ricorda in conferenza stampa il sorpasso del Perugia sui biancoscudati dell'anno scorso

Redazione PadovaSport.TV

Catanzaro-Padova, atto secondo. I biancoscudati partiranno oggi per la città calabrese, dove domani alle 15.30 si giocherà l’accesso alla finale di Coppa Italia di Lega Pro. Si parte dall’1-1 dell’andata, un risultato favorevole ai giallorossi, ma che lascia ancora aperte concrete speranze di qualificazione. Non ci sarà Ronaldo, squalificato per tre turni dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata all’andata: un’assenza pesante che andrà superata (con Vasic che si candida per il ruolo di regista). Altre informazioni sulla probabile formazione in vista di Catanzaro-Padova le darà oggi in conferenza stampa Massimo Pavanel. Anche alla luce della nuova positività riscontrata ieri nel gruppo squadra.

Catanzaro rinnovato

L'avversario sarà diverso da quello incontrato all'andata, vuoi per qualche assenza causa virus vuoi per i nuovi innesti (che sono già tre ufficiali, ma altri arriveranno). Il club calabrese non nasconde le carte, in campionato vuole provare a dare l'assalto al Bari capolista o comunque essere molto competitivo in vista dei playoff. Ma anche la Coppa è un obiettivo della società giallorossa. Per raggiungere questi obiettivi sono già arrivati Iemmello (attaccante), Sounas (regista) e il giovane esterno islandese Bjarkason in prestito dal Venezia. Si uniranno a breve Biasci (che oggi scenderà con la squadra in Calabria per firmare il contratto, prestito con diritto di riscatto) e Maldonado (altro play molto quotato della categoria, che lascerà Catania). Tutti rinforzi di altissimo livello per la serie C.

Sounas riprova l'impresa

A proposito del greco Sounas, che arriva dal Perugia con cui l'anno scorso è stato protagonista nel duello con il Padova. In conferenza stampa ha ricordato proprio quel sorpasso: "Vengo a Catanzaro consapevole di essere in una piazza che punta a vincere - ha detto - Nonostante il distacco dal Bari ci crediamo ancora; l’anno scorso con il Perugia il distacco che ave- vamo dal Padova sembrava incolmabile ed invece abbiamo vinto noi».

 Alì Supermercati
tutte le notizie di