La grande sfida

È il grande giorno, Südtirol-Padova si giocano tutto in 90′

È il grande giorno, Südtirol-Padova si giocano tutto in 90′

Oltre mille tifosi biancoscudati presenti al Druso, Oddo contro Javorcic in campo per una vera partita a scacchi

Redazione PadovaSport.TV

Ci siamo, Südtirol e Padova finalmente di fronte per la partita decisiva per la serie B, dopo l'antipasto della finale di Coppa Italia, vinta dai biancoscudati. Il match-point, la squadra di Ivan Javorcic se lo gioca in casa, con la festa che scatterebbe in caso di vittoria. L’obiettivo di Massimo Oddo, che insegue a meno 2 dopo una super rimonta, è invece spostare la linea del traguardo avanti di una giornata: vincere a Bolzano per il Padova significherebbe sorpasso, il pareggio manterrebbe la situazione attuale fino a domenica prossima. Il 24 aprile sono in programma Triestina-Südtirol e Padova-Virtus Verona.

Südtirol-Padova, dove vederla

Il match (fischio d'inizio ore 14.30) è visibile in chiaro su RaiSport e a pagamento sulla piattaforma ElevenSports. Ma sarà uno spettacolo per chi la seguirà dal vivo, nel rinnovato stadio Druso. Sono infatti più di mille i tifosi biancoscudati presenti a Bolzano, con l'impianto completamente esaurito nelle sue due tribune Canazza e Zanvettor. A Bolzano ci sarà un maxischermo alla Fiera, mentre a Padova alcuni locali si sono attrezzati per mostrare la partita. Dopo i rispettivi comunicati delle due tifoserie, l'atmosfera rimane molto calda ma le forze dell’ordine vigilano: «Situazione sotto controllo, prima della partita verrà comunque chiusa al traffico viale Trieste per precauzione» fanno sapere in questura. Nella tribuna Zanvettor, tutti i padovani saranno riuniti, con un cordone di steward a dividerli dai tifosi locali. Dev'essere soprattutto una grande giornata di festa.

Südtirol-Padova, partita a scacchi Oddo-Javorcic

Di fronte due squadre che si conoscono a memoria, trattandosi del quarto incrocio stagionale. Il più recente, la finale di ritorno di Coppa Italia dello scorso 6 aprile, ha visto il Padova tornare a casa con il trofeo tra le mani grazie al gol di Jelenic che ha rotto l’equilibrio. Ma oggi sarà tutt'altra storia. La squadra di Javorcic dovrebbe presentarsi con il 4-3-2-1, con Gatto (più difficile M'Haidat) in regia, Voltan e Casirsaghi (o Rover) dietro De Marchi (anche Odogwu però è tra i papabili per il ruolo di centravanti). Delle scelte possibili di Oddo invece abbiamo parlato ieri (leggi qui), il primo ballottaggio riguarda la fascia sinistra in difesa, con Gasbarro e Kirwan a contendersi un posto.

 

tutte le notizie di