Padova, il bilancio di Sogliano sul mercato: “C’era l’esigenza di cambiare. Cessioni sfumate? Le offerte sono arrivate troppo tardi”

Padova, il bilancio di Sogliano sul mercato: “C’era l’esigenza di cambiare. Cessioni sfumate? Le offerte sono arrivate troppo tardi”

di Redazione PadovaSport.TV

Queste le parole di Sean Sogliano, ds del Padova, nella conferenza stampa di oggi pomeriggio all’Euganeo, sul calciomercato appena terminato

Sulla scelta di rivoluzionare la rosa. “Il nostro è stato un mercato abbondante perchè bisognava cercare di creare un gruppo nuovo, per un campionato difficile che ha caratteristiche diverse avendo cinque cambi durante la gara. È un aspetto molto rilevante nell’arco di una partita. Non voglio parlare di rivoluzione, c’è stata un’esigenza di ripartire in un campionato diverso dalla B”

Sulle avversarie. “È un girone competitivo con squadre che hanno organici di qualità, alcune per il mercato che hanno fatto, altre perchè conoscono bene la categoria e hanno giocatori specializzati in questa serie. Non faccio griglie di partenza, per come sono fatto penso sempre di non aver fatto abbastanza. Penso che la squadra sia competitiva, ma poi serve voglia di lottare e lasciare il segno”

Sulla situazione di Minelli, Andelkovic e Cherubin. “Sono tutti giocatori utili alla causa, hanno un contratto, se avessimo voluto tagliarli avremmo fatto scelte diverse. Questi giocatori li abbiamo voluti, poi nessuno ha la maglia in partenza e tutti se la devono conquistare. Minelli? Non vorrei creare un caso, ho parlato con il suo procuratore proponendo un prolungamento del contratto a certe cifre che ancora non c’è stato. Abbiamo deciso di farlo giocare comunque, è una nostra scelta. Adesso deve pensare a concentrarsi, contando che ci sono altri due portieri affidabili in rosa. Se continua a giocare bene Minelli sarà il portiere del Padova, a prescindere dal discorso rinnovo. L’ultimo giorno di mercato non volevamo cedere a tutti i costi, normale che può arrivare qualche richiesta, ma se arriva tardi… Non avevamo necessità di dar via giocatori. Non volevamo modificare un gruppo che sta nascendo e crescendo”

Il mercato delle altre. “Rigoni al Vicenza è un bel colpo, i biancorossi si sono rinforzati. Dalla A alla C è un bel salto, la differenza si vedrà”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy