Modena-Padova, il doppio ex Salvatori: “Volata finale incertissima. E domenica…”

di Redazione PadovaSport.TV

“Perugia, Südtirol o Padova? Tutte e tre sono sullo stesso livello. Il Padova a gennaio ha preso giocatori che fanno la differenza, come Chiricò e Biasci, il Perugia ha una rosa completa, il Südtirol ha perso solo quattro volte in tutto il campionato e ha la marcia piùregolare. Sarà una volata davvero incertissima”. Lo dice il ds Fabrizio Salvatori, ex di Modena e Padova, al Corriere Veneto. Sui gialloblu: “Ci sono tanti giocatori che avevo portato io a suo tempo, come Gagno, Zaro, Ingegneri, Varutti, Rabiu e Sodinha. Ecco, Felipe è un giocatore a cui starebbe stretta persino la B se fosse lasciato in pace dagli infortuni e se fosse al top della condizione. È uno di quei giocatori che hanno i numeri per far vincere una partita o per orientarla”. Come finirà domenica? “Difficile pronosticare. All’andata vinse il Modena, a testimonianza di come siano in equilibrio i valori. Il Modena, secondo me, ha fatto quello che doveva fare sinora, il quarto posto è giusto. Il Padova è primo e vuole rimanerci, ma non sarà facile”.

Il ricordo della stagione 2012/13

«Quando vedo giocatori come Silvestri, Farias, Babacar, Cionek, Viviani che hanno giocato o giocano tutt’ora in Serie A capisco che quell’anno avevamo una squadra forte. Anzi fortissima. I problemi che abbiamo affrontato sono stati molteplici, probabilmente sbagliammo prima di tutto la scelta dell’allenatore». Ha detto Salvatori, ricordando la sua esperienza a Padova di otto anni fa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy