L'ultimo acquisto

Padova, Ajeti si presenta: “La serie C non mi spaventa, lo svantaggio dalla prima è recuperabile”

Padova, Ajeti si presenta: “La serie C non mi spaventa, lo svantaggio dalla prima è recuperabile”

Il centrale ha bisogno di un po' di tempo per recuperare la condizione, la sua prima potrebbe essere in Coppa contro la Viterbese

Redazione PadovaSport.TV

Arlind Ajeti è il rinforzo di esperienza scelto dal Padova, anche per via dell'infortunio che ha colpito Valentini. Il reparto difensivo aveva comunque bisogno di essere puntellato, ed ecco che il centrale albanese di origini svizzere, ha risposto presente alla chiamata: “Non c'è stato bisogno di rassicurazioni o motivazioni particolari - ha detto oggi alla Guizza - ho scelto Padova e il Padova per la sua storia e perché so come si lavora. Voglio tornare in Serie B con questa maglia". Ajeti ha già giocato nel nostro Paese con Frosinone, Crotone, Torino e Reggiana con oltre sessanta presenze tra la massima serie e la cadetteria. “Non mi spaventa confrontarmi con la Serie C, ora - dice Ajeti - E' sempre calcio: l'importante è rendere al massimo come collettivo. Mi hanno impressionato tutti i giocatori del Padova, il livello è molto alto. Conosco solo Niko Kirwan: lo scorso anno ero con lui alla Reggiana”.

Südtirol? Non fa paura

Sulla classifica attuale: "E' ancora molto lunga, il campionato è iniziato da poco: c'è tutto il tempo di recuperare i punti di distanza. Io credo che questa squadra abbia tutte le capacità per vincere il campionato. Vedo positivo: la squadra sta facendo di tutto per conquistare la Serie B”. Sulla condizione fisica: “In Svizzera mi sono sempre allenato durante il periodo di inattività: l'ho fatto con un preparatore. Ad oggi mi sento al 60-70% della mia condizione ideale - spiega - Dopo i primi allenamenti con il gruppo sento di essere in ritardo, ma sto già lavorando per recuperare e presentarmi al meglio alla prossima partita”. La sua prima partita potrebbe essere quella di Coppa contro la Viterbese.

tutte le notizie di