Padova, Bianchi e Boscolo fanno il punto su mercato, ripresa e stadio

Padova, Bianchi e Boscolo fanno il punto su mercato, ripresa e stadio

di Redazione PadovaSport.TV

A partire dalle 15, il presidente del Padova Daniele Boscolo Meneguolo e l’ad Alessandra Bianchi faranno il punto della situazione su stagione, mercato, strategie e questione tifosi-stadio.
Segui qui la chiacchierata (aggiorna l’articolo per leggere in tempo reale)

15.45: Bianchi: “Padovanello? I numeri fanno stare in piedi il progetto e siamo contenti. Questo Centro Sportivo guarda alla città non solo al Padova. Vorremmo coinvolgere città e imprenditoria. Questi dialoghi per adesso sono stati messi in stand-by causa Covid. Per settembre-dicembre dovremmo avere novità”

15.33: Boscolo: “I tifosi sono vicini, il tifo vero, non quello dei social, è presente”.

Bianchi: “Tifo allo stadio? Ne stiamo parlando con la Prefettura. Padova-Chievo? Per 500 persone non vale la pena aprire l’Euganeo, per noi sarebbe una perdita. Vogliamo poi dare un segnale sulla riapertura degli stadi. Solo per abbonati? Per noi andrebbe bene. Ma per aprire lo stadio Euganeo ci vogliono Almeno duemila persone. Auspichiamo una soluzione condivisa e non diversa regione per regione”

15.31: Bianchi: “Gironi? Avremmo preferito il taglio orizzontale. Ma non dal punto di vista della competitività. Piuttosto dal lato logistico-economico.

15.30: Boscolo: “Non è possibile dire che promettiamo di andare in B, ce la giocheremo con altre”.

15.25: Bianchi: “Sarà un girone molto competitivo, dopo un primo anno di rodaggio vogliamo giocarcela al massimo possibile. Ma ci sono altre 4-5 realtà ambiziose che puntano a vincere”

15.10: Alessandra Bianchi: “Il nostro è un percorso, ci siamo dati tre anni. La città ha molti volti, come quello del tifoso, o il volto dell’imprenditoria, su cui c’è ancora da lavorare. C’è una valenza sociale, oltre alla categoria. Facciamo tanto per il territorio, e spero che ci venga riconosciuto”. L’assenza di Oughourlian? “È in costante contatto, il Covid ha sicuramente complicato le cose”. Budget? “Lo abbiamo mantenuto rispetto all’anno scorso, nonostante le difficoltà economiche del momento. La struttura del Padova é da serie B alta, il settore giovanile, la sede, lo stadio hanno un costo alto. Ce li portiamo dietro da nobili decadute del calcio”. Sulla rosa a 22: “È stata piuttosto improvvisa, l’anno scorso ci eravamo fatti delle idee in base a quella normativa, che adesso è cambiata”. Sul mercato: “È iniziato ufficialmente ieri, la scelta è stata quella di agire sulle posizioni scoperte. Stiamo ragionando sulle prossime scelte, abbiamo un mese di tempo per elaborarle. Mandorlini? L’idea di confermarlo va nella direzione della continuità”

15.00: Introduzione del presidente Boscolo: “Lasciamoci alle spalle la scorsa stagione. La formula playoff ci ha un po’ penalizzato. Abbiamo confermato tutta la parte tecnica, la nostra idea é andare avanti nel segno della continuità”. Un bilancio della stagione? “La parte iniziale del campionato aveva dimostrato la possibilità di ottenere subito buoni risultati. Poi è stato un anno con un break talmente importante che è difficile dare un giudizio”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy