Padova, Gabionetta: “Qui per ritornare ad alti livelli. E Sogliano…”

Padova, Gabionetta: “Qui per ritornare ad alti livelli. E Sogliano…”

di Redazione PadovaSport.TV
gabionetta masen di giovo

Denilson Gabionetta, tra i nuovi acquisti del Padova, si è presentato oggi a Masen di Giovo, ecco le sue dichiarazioni:

“Volevo tornare in Italia,  mia moglie vive qua e i miei figli sono nati a Salerno e quando ho avuto la possibilità di venire a Padova ho unito l’utile al dilettevole. Ancora Sogliano mi ha riportato qui, come la prima volta. Sono 2-3 anni che sono fuori dall’Italia, non parlo ancora perfettamente italiano. Sogliano 13 anni fa mi ha visto su un dvd amatoriale e mi ha portato in c2 dove ho collezionato più cartellini rossi che partite, non ero abituato al calcio in quel modo e vedevo a tutte le provocazioni però con Sogliano ci siamo capiti subito e una persona diretta come me e ci siamo trovati molto bene. Devo tutto a lui, è stato lui a cambiarmi la vita e a introdurmi nel mondo del calcio professionistico. Quando sono andato in Cina già volevo tornare in Italia, all’inizio mia figlia non si trovava bene, avevo la possibilità di andare al Bari, ma il direttore in Cina non mi ha lasciato andare e sono rimasto fino alla fine del contratto. Quando mi è stata prospettata l’ipotesi di rientrare, mi aspettavo una squadra piccolissima e senza ambizioni poi quando mi hanno proposto Padova ero felicissimo perché è una bella squadra, ben strutturata. L’ultima esperienza è stata in Brasile, ma la serie D non è come qua, il livello è più alto. Sono andato lì per poter giocare con mio cugino che ha iniziato ad avvicinarsi al calcio per me. Ho ancora più voglia di prima, sono venuto qua perché ho voglia di giocare e di dimostrare quanto valgo ancora. Padova c’è un bel gruppo ho giocato con Ronaldo e con altri ho giocato contro, l’importante è fare gruppo e stare uniti. Io quando sono arrivato in Italia facevo la mezz’ala in brasile facevo il centrocampista, ho giocato anche come esterno alto perciò sono a disposizione del mister. Per me lavorare con il mister è facile è diretto e parla chiaramente ci troviamo molto. Contratto? Se farò bene mi riconfermeranno. Per l’amichevole con il Levico dobbiamo valutare la mia situazione con il mister, sono un po’ affaticato dal rientro e al momento mi sto allenando sia con il gruppo che a parte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy