Padova, i dettagli dell’operazione Nicastro: ecco perchè c’è stata la rottura con il Catanzaro

Padova, i dettagli dell’operazione Nicastro: ecco perchè c’è stata la rottura con il Catanzaro

di Redazione PadovaSport.TV

Dopo Litteri, Sean Sogliano pesca nuovamente in Calabria. Dal Catanzaro è in arrivo l’attaccante Francesco Nicastro (’91), sei gol in questa prima parte di stagione (di cui due in Coppa). Il Padova rileverà il contratto firmato dal siciliano con il Catanzaro in estate (fino al 30 giugno 2022). Intesa totale tra le parti, mancano le visite mediche e successivo annuncio. I poco più di quattro mesi di Nicastro a Catanzaro sono stati poco fortunati (e non del tutto compresi): 18 presenze e quattro gol in campionato, altre due reti in Coppa Italia. Numeri a parte, dopo essere stato inseguito a lungo dal ds Logiudice, il calciatore aveva iniziato con il botto salvo calare di condizione e rendimento (l’anno scorso aveva saltato quasi tutta la stagione) fino ad essere coinvolto, insieme al gruppo, nell’abulia che ha portato alla crisi e all’esonero di Auteri. Si era ripreso con Grassadonia, tant’è che i tre centri di fila segnati ad Avellino, Cavese e Catania sembravano la prima pagina di un’altra storia. Poi, dopo l’eliminazione di Coppa, “decisivo” per la rottura finale è stato un battibecco con un tifoso piuttosto influente in società del settore Distinti. Frattura insanabile della quale è venuto a conoscenza il “falco” Sogliano che si è fiondato su Nicastro velocemente, portandolo a Padova. Si tratta indubbiamente di un giocatore che, se sta bene, può fare la differenza in questa categoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy