L'AVVERSARIO

Padova, il prossimo avversario: la scheda sulla Juventus U23 di Zauli

Padova, il prossimo avversario: la scheda sulla Juventus U23 di Zauli - immagine 1

La squadra riserve della "Vecchia Signora", tanti giovani interessanti e qualche chioccia

Tommaso Rocca

Non è una formazione come le altre, se non altro per la giovane età (nata nel 2018) e il diverso obiettivo per il quale è stata creata. La Juventus U23 è la sorella piccola della formazione più vincente e tifata in Italia che da quattro stagioni a questa parte compete nel campionato di Serie C come squadra "riserve". Nelle tre stagioni precedenti la formazione bianconera ha concluso sempre tra il decimo e il dodicesimo posto nella regular season e i biancoscudati ricordano ancora la cocente eliminazione dai playoff dell'annata 2019/20 (quella inframezzata dalla Pandemia per il Covid 19) con il 2-0 firmato Zanimacchia e Frabotta nel primo incrocio di sempre tra le due formazioni. Quell'anno la Juve U23 vinse la Coppa Italia di serie C battendo in finale la Ternana. In questa stagione la squadra piemontese occupa al momento la settima posizione, con 21 punti grazie alle 6 vittorie e ai 3 pareggi a fronte di 6 sconfitte, ultima delle quali nello scorso turno in casa contro la Virtus Verona. In panchina siede Lamberto Zauli, arrivato in fretta e furia ad agosto 2020 dopo che Andrea Pirlo, inizialmente annunciato come allenatore è stato spedito direttamente ad allenare la prima squadra in Serie A. L'attuale tecnico della squadra B bianconera è stato un ottimo trequartista di fine anni '90/inizi 2000 con le maglie di Bologna, Palermo e Vicenza, squadra con la quale è arrivato fino alla storica semifinale della Coppa delle Coppe del '97. Da allenatore Zauli al momento non ha ancora mostrato le proprie qualità con diverse esperienze in serie C senza mai grandi risultati se non qualche salvezza sulle panchine di Reggiana e Santarcangelo. La rosa della formazione U23 della Juventus è spesso un cantiere aperto, venendo usata principalmente per far giocare giocatori giovani non ancora ritenuti pronti per la serie A o per essere mandati in prestito in qualche formazione di categoria superiore. Paradossalmente è la rosa con più valore sulla carta (dati Transfermarkt) viste le potenzialità (molte ancora da verificare) dei giovani giocatori inseriti dalla "casa madre". Zauli schiera solitamente la formazione tipo con un 4-3-3 che vede tra i pali l'uruguagio Franco Israel classe 2000. In difesa i nomi più interessanti sono quelli di Koni De Winter (che è entrato negli ultimi minuti a Stamford Bridge contro il Chelsea in Champions la settimana scorsa), Tommaso Barbieri, già autore di 2 assist in campionato e Fabrizio Poli classe '89, tra le chiocce del gruppo che ha giocato anche in Serie A con la maglia del Carpi. A centrocampo oltre a Nicolussi Caviglia (anche lui già nel giro della prima squadra e con qualche apparizione in prestito a Parma e Perugia), occhio al 2003 Miretti e ai 2002 Sersanti (squalificato domani) e Sekulov (italo-macedone che ha già realizzato 4 reti in campionato). Davanti su tutti l'estro di Matias Soulè (convocato da Scaloni addirittura in nazionale argentina dei "big" con Messi), ma anche la freschezza atletica di Marley Ake, 2001 francese prelevato dal Marsiglia e la potenza di Marco Cosimo Da Graca, italianissimo 2002 con lontane origini portoghesi che l'anno scorso giocò qualche spezzone in prima squadra. A fare da chioccia a questi giovani attaccanti Marco Brighenti, bomber di categoria che con la Cremonese ha sempre segnato molto, punendo in passato anche i biancoscudati. Non è facile affrontare una squadra come l'under 23 bianconera, capace di poter battere chiunque se in giornata come di poter perdere da formazioni meno attrezzate. Zauli non è certo di aver sempre a disposizione tutti gli effettivi visto che alle volte i giocatori di maggior talento vengono aggregati per necessità alla prima squadra (vedi il talentino Soulè che domani non ci sarà). Pavanel e i suoi hanno certamente le qualità e le capacità per portare a casa i tre punti ma l'avversario è di quelli da non sottovalutare.

tutte le notizie di