tutto padova

Padova, il prossimo avversario: la scheda sull’Albinoleffe di Marcolini

Padova, il prossimo avversario: la scheda sull’Albinoleffe di Marcolini

La squadra di Marcolini arriva da un periodo nero come i biancoscudati, fare punti è d'obbligo per entrambe

Tommaso Rocca

Dopo un inizio scoppiettante fatto di 13 punti nella prime 5 gare (4 vittorie e 1 pareggio col Sudtirol) l'Albinoleffe ha avuto una netta flessione che lo relega ora al sesto posto della classifica con 17 punti. I bergamaschi hanno difatti raccolto appena 4 punti nelle ultime 6 gare con ben 3 sconfitte casalinghe, l'ultima con il Seregno nella scorsa giornata. Pur essendo ad oggi l'unica squadra a potersi vantare di aver segnato al Sudtirol, i blucelesti hanno evidenziato alcune fragilità difensive (hanno sempre subito gol nelle ultime 6 partite) che ne hanno decisamente frenato l'assalto alle zone nobili della graduatoria. Dopo l'eliminazione nella semifinale ai supplementari per mano dell'Alessandria nella scorsa stagione la società frutto della fusione tra Albinese e Leffe ha rinvigorito le proprie ambizioni con inserimenti mirati a migliorare la rosa senza stravolgerla. In panchina è arrivata una vecchia conoscenza biancoscudata, e del calcio veneto più in generale, come Michele Marcolini alla seconda esperienza in bluceleste dopo quella (con ben altre ambizioni) del 2018/19. Il tecnico, proveniente dalle esperienze in panchina poco fortunate con Chievo e Novara, è fedele al modulo 3-4-1-2. Dietro spazio all'esperienza di Ruggero Riva che è affiancato da giovani interessanti come Michael Ntube, giovane italo-camerunense classe 2001 in prestito dall'Inter. In mediana chiavi in mano a capitan Giorgione che può giostrare da mezzala o da rifinitore a seconda delle necessità. Con lui il giramondo Gael Genevier (classe '82 e per questo non sempre titolare) con oltre 15o presenze in serie B in carriera e Marco Nichetti, ormai da cinque stagioni un punto fermo della formazione bergamasca. Se Giorgione gioca più arretrato sulla trequarti spazio a Francesco Gelli, altro veterano della squadra e della categoria. Davanti ad accompagnare Jacopo Manconi (6 reti e vice capocannoniere del girone fin qui) si alternano la scaltrezza di Mario Ravasio e la fisicità di Sacha Cori, bomber vecchia scuola che i suoi gol li garantisce ogni stagione. Quest'estate è arrivato anche Riccardo Martignago, ex Cittadella e Pordenone, che però fin qui non ha trovato molto spazio. Come i biancoscudati anche l'Albinoleffe non arriva da un periodo positivo. Entrambe le formazioni hanno un assoluto bisogno di fare punti nella sfida dell'Euganeo e un risultato negativo potrebbe anche segnare negativamente la stagione di una delle due squadre. Il Padova si gioca un importante fetta di futuro davanti ai propri tifosi e pur contro una squadra certamente ostica come quella di Marcolini non può più permettersi di perdere punti importanti per strada.

tutte le notizie di