Padova pronto a dar battaglia a Pesaro, ma a pranzo occhi puntati sul Curi di Perugia

di Redazione PadovaSport.TV

Altro snodo importante della stagione, che entra nella fase decisiva. Il Padova domani va a Pesaro alle 15, consapevole del risultato maturato due ore e mezza prima a Perugia, nello scontro diretto tra la formazione di Caserta e il Südtirol. 1 x o 2? Il risultato migliore in ottica Padova tra le due avversarie sarebbe il pareggio, anche se in casa biancoscudata nessuno vuole sbilanciarsi: in fondo la posizione in classifica permette di concentrarsi solo su se stessi.

La situazione infortunati

Tra ritorni in campo e nuove defezioni, Mandorlini dovrà cambiare ancora qualcosa nell’undici titolare. La pubalgia di Karamoko Cissé tiene ancora ai box il forte attaccante guineano, così come sarà ancora fuori Alfredo Bifulco. Ieri per entrambi lavoro differenziato, peggio ancora va per Daniele Paponi, che si è procurato un’altra lesione muscolare: fuori diverse settimane. Ma ecco la buona novella: nell’allenamento di ieri ha lavorato ancora con il gruppo Marco Firenze, che a questo punto può considerarsi recuperato quantomeno per la panchina. Rientra dalla squalifica, invece, Luca Rossettini, che farà coppia quasi certamente con Anton Kresic, con Gasbarro spostato sulla fascia sinistra al posto dello squalificato Curcio. A centrocampo conferma per Saber, Ronaldo e Della Latta, mentre in attacco l’unico sicuro di una maglia è Chiricò. A sinistra potrebbe strappare la riconferma Jelenic, mentre per il ruolo di centravanti sono in ballottaggio Nicastro e Santini, con il primo favorito nonostante la prestazione non esaltante offerta con la Feralpisalò. Nicastro è a quota 7 nella classifica marcatori e scalpita per tornare al gol, altra occasione potrebbe arrivare domani a Pesaro.

Leggi anche > Cosenza, dopo le polemiche reintegrato Santapaola (nipote del boss mafioso Nitto)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy