Padova, Ronaldo: “Dobbiamo crederci sempre, noi ci faremo trovare pronti”

Padova, Ronaldo: “Dobbiamo crederci sempre, noi ci faremo trovare pronti”

di Gianmarco Zandonà
Ronaldo

La squadra biancoscudata è tornata al lavoro in preparazione alla sfida contro il Fano. Ecco le dichiarazioni del play Ronaldo:

A parte il freddo, sono felice di ricominciare a riprendere la strada iniziata nel 2019. Ripartiamo da una sconfitta, ma anche dalle cose buone che abbiamo fatto per molto tempo, siamo consapevoli delle nostre qualità. Un bilancio? Dopo è facile da dire, ma la cosa che ci deve lasciare un pensiero positivo è l’inizio, abbiamo fatto molte partite buone, nel girone di ritorno sarà più difficile. Ora i punti sono più importanti perchè le partite sono meno, chi lotta per un obbiettivo ci metterà il 100%, ma noi ci faremo trovare pronti. Siamo partiti molto forti, abbiamo finito un po’ male. Il mister vede tutto e secondo me ha ragione, siamo una squadra nuova, abbiamo fatto un girone d’andata buono, abbiamo il tempo di recuperare. Ci dobbiamo credere, siamo stati anche noi li davanti per tanto tempo, dobbiamo fare il massimo anche se non dipende tutto da noi adesso, se saremo bravi nel fare meglio tireremo le somme. Le avversarie? Qualche squadra può recuperare terreno, soprattutto quelle che ci stanno dietro. La differenza ora la faranno le partite in casa, noi ne abbiamo steccate due, oltre a quello dobbiamo dare continuità ai risultati. Il mio ruolo? Io ho sempre giocato play, poi all’occorrenza posso giocare anche dove mi ha messo il mister, è andata bene, se c’è bisogno gioco pure in difesa, poi l’importante è che la squadra giochi bene. Non avevo mai segnato di testa, è il mio primo gol. Non sono abituato ad arrivare dentro l’area, quando è arrivato il cross ci ho creduto, l’importante è crederci sempre. Hallfredsson? E’ un giocatore di esperienza, ha giocato a grandissimi livelli, non so se firma o meno, ma comunque sarebbe un acquisto importante. E’ una persona molto umile, la prima cosa che si nota è l’umiltà, è un giocatore che gioca in Nazionale, si presenta in Serie C in questa maniera, tanto di cappello, si sta allenando forte, vediamo nei prossimi giorni cosa succede. Il mio 2020? Spero di superare il mio record i gol già raggiunto (3 gol, ndr). Un po’ di nervosismo? Io sono sempre un po’ nervoso, noi vogliamo che le cose vadano sempre bene, ci sta innervosirsi un po’. La sosta? Io sono andato a casa dai miei famigliari che mi mancano sempre, ne avevo bisogno e ne avevo voglia, anche se son stati pochi giorni, erano 3 anni che non facevo Natale con i miei parenti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy